Dopo una certa età, meglio prevenire le fratture

Negli anziani con diabete di Tipo 2 aumenta il rischio di fratture: la struttura delle ossa risulta indebolita, anche se la loro densità è normale. Lo dimostra uno studio statunitense, pubblicato sul “Journal of Bone and Mineral Research”.

Dopo una certa età, meglio prevenire le fratture

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Bone and Mineral Research, condotto da ricercatori dell’Istituto per la ricerca sull’invecchiamento Hebrew SeniorLife di Boston, il rischio di fratture è più alto negli anziani con diabete di Tipo 2 seppure a fronte di valori di densità minerale ossea normale o superiore rispetto ai coetanei.

I ricercatori hanno esaminato 1.069 persone fra i 40 e gli 87 anni, nell’ambito dello studio Framingham Study, sui fattori di rischio cardio-vascolari, 129 delle quali con diabete di Tipo 2. Tutti i partecipanti sono stati esaminati una prima volta tra il 2005 e il 2008 e poi, tra il 2012 e il 2015, sono stati sottoposti ad una tomografia computerizzata quantitativa periferica ad alta risoluzione (HR-pQCT) per valutare i meccanismi strutturali che sottendono alla maggiore fragilità ossea tra le persone con diabete di Tipo 2.

Dai risultati ottenuti dalla HR-pQCT è emerso che nei soggetti anziani con diabete di Tipo 2 la struttura ossea presenta un modesto deterioramento dell’osso corticale e la riduzione della massa ossea indipendentemente dal sesso o dalla concomitante obesità.

« Il modesto deterioramento dell’osso corticale e la riduzione della superficie ossea possono caratterizzare la malattia dell’osso negli anziani con diabete di Tipo 2», commentano gli Autori. «Pertanto la tempestiva individuazione di questi deficit scheletrici potrebbe diventare un elemento predittivo di fratture ossee nelle persone con diabete di Tipo 2. A tal fine risulta opportuno individuare strategie di prevenzione delle fratture ossee soprattutto tra la popolazione in rapida crescita di anziani con diabete di Tipo 2 ».

Fonte: EJ Samelson et al. J Bone Miner Res. Published online September 20, 2017.

Ricevi gratis la rivista a casa tua.

Note:

La informiamo che i dati (quali il Suo indirizzo email) da Lei forniti saranno trattati esclusivamente al fine di trasmetterLe attraverso mezzi informatizzati le informazioni da Lei richieste. Il conferimento di tali dati è facoltativo; tuttavia in assenza del Suo consenso non potremo inviarLe quanto richiestoci.


News – Eventi