I broccoli riducono la glicemia e l’emoglobina glicata

Il sulforafano, presente in molti vegetali ma in quantità più elevate nei broccoli, si è dimostrato un composto efficace nella diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue, in particolare su persone obese con diabete di Tipo 2 mal controllato.

I broccoli riducono la glicemia e l’emoglobina glicata

Un team di ricercatori della Lund University, in Svezia, dopo aver testato migliaia di composti, per la precisione 3.852, per valutarne l’effetto a livello genetico che contrastasse l’effetto della malattia, hanno individuato il sulforafano, presente in molti vegetali, tra cui i broccoli, come quello in grado di agire in modo più efficace sull’espressione di alcuni geni implicati nella produzione di glucosio a livello epatico e “disregolati" nel diabete di Tipo 2.

In particolare, in modelli sperimentali il sulforafano ha fatto diminuire la produzione di glucosio in cellule epatiche in coltura e in modelli di animali diabetici è stato in grado di attenuare l’eccessiva produzione di glucosio e l’intolleranza glucidica a livello epatico.

Nell’uomo la somministrazione di un composto ad alto contenuto di sulforafano, ottenuto dall’estratto concentrato dei germogli di broccolo, è stato in grado di ridurre la glicemia a digiuno e l’emoglobina glicata (HbA1c) in persone obese e con diabete di Tipo 2 mal controllato.


Fonte: AS Axelsson et al. Science Translational Medicine. June 14, 2017: 9 (394).

Ricevi gratis la rivista a casa tua.

Note:

La informiamo che i dati (quali il Suo indirizzo email) da Lei forniti saranno trattati esclusivamente al fine di trasmetterLe attraverso mezzi informatizzati le informazioni da Lei richieste. Il conferimento di tali dati è facoltativo; tuttavia in assenza del Suo consenso non potremo inviarLe quanto richiestoci.


News – Eventi