La pigrizia fa male anche per pochi giorni

Secondo uno studio condotto dall’Università di Liverpool, presentato all’European Congress on Obesity, bastano appena 14 giorni di inattività fisica per aumentare il rischio di importanti effetti collaterali tra i quali l’aumento del rischio di diabete di Tipo 2.

La pigrizia fa male anche per pochi giorni

Gli effetti negativi di un breve periodo di inattività riguarderebbero la massa muscolare, il metabolismo, l’aumento del rischio di diabete di Tipo 2 e di cardiopatie, secondo uno studio dell’università di Liverpool presentato all’European Congress on Obesity che si è svolto di recente a Porto (Portogallo).

I ricercatori britannici sono giunti a queste conclusioni dopo aver analizzato 28 volontari, età media di 25 anni, sani e fisicamente attivi, con una media giornaliera di 10mila passi. Per 14 giorni è stato chiesto loro, mantenendo inalterate le abitudini alimentari, di ridurre l’attività fisica dell’80% e di passare da 10mila a 1.500 passi giornalieri; al termine dei 14 giorni di inattività sono stati riscontrati significativi cambiamenti nella composizione corporea come l’aumento della circonferenza vita, la riduzione della massa muscolare, l’incremento della massa grassa corporea nonché la maggiore apposizione di grasso a livello viscerale; quest’ultimo, in particolare, rappresenta il maggiore fattore di rischio per lo sviluppo di malattie croniche. Bastano, dunque, appena due settimane di inattività per produrre cambiamenti che potrebbero predisporre a un aumentato rischio di sviluppare malattie croniche, come il diabete di Tipo 2. Pertanto, come sottolinea uno degli Autori, «l’attività fisica quotidiana è la chiave per evitare malattie e problemi di salute».

È quindi importante ricordarsi di fare attività fisica ed evitare comportamenti sedentari sempre, anche in vacanza. 


Fonte: D Cuthbertson et al. “Just 2 weeks of inactivity could lead to changes that increase risk of developing disease”. Studio presentato all’European Congress on Obesity 2017, Porto 17 - 20 maggio.

Ricevi gratis la rivista a casa tua.

Note:

La informiamo che i dati (quali il Suo indirizzo email) da Lei forniti saranno trattati esclusivamente al fine di trasmetterLe attraverso mezzi informatizzati le informazioni da Lei richieste. Il conferimento di tali dati è facoltativo; tuttavia in assenza del Suo consenso non potremo inviarLe quanto richiestoci.


News – Eventi