Talvolta, quando si assumono trattamenti per il diabete, come l’insulina in gravidanza, la glicemia può scendere al di sotto dei valori desiderabili. In questi casi, l’ipoglicemia è definita come un valore di glicemia uguale o inferiore a 70 mg/dL

Quali sono le cause dell’ipoglicemia?

Una qualsiasi delle situazioni seguenti, o una loro combinazione, può dar luogo ad un’ipoglicemia:
• Saltare o ritardare un pasto
• Mangiare troppo poco all’ora del pasto o dello spuntino
• Lasciare trascorrere troppo tempo tra l’iniezione di insulina e il pasto
• Consumare alcool senza assumere cibo
• Attività fisica eccessiva o prolungata senza assunzione di cibo
• Assunzione di farmaci che aumentano il rischio di ipoglicemia
• Assunzione di una quantità di farmaco eccessiva (troppa insulina o troppo ipoglicemizzante orale)
• Variazione dell’ora di assunzione dell’insulina o del farmaco ipoglicemizzante orale

Quali sono i sintomi di ipoglicemia?

La sintomatologia dipende dalla gravità dell’ipoglicemia fino alla perdita di coscienza.
• Confusione mentale
• Tremori
• Sudorazione profusa
• Pelle appiccicosa
• Ansia/nervosismo
• Visione offuscata/visione di macchie
• Intorpidimento di labbra e lingua
• Difficoltà di parola
• Mal di testa
• Frequenza cardiaca elevata
• Debolezza nelle gambe

Precauzioni speciali

Un episodio ipoglicemico si può inoltre manifestare anche senza essere preceduto da segni o sintomi premonitori (ipoglicemia asintomatica). Questo è il motivo per cui un autocontrollo regolare della glicemia è essenziale per una buona gestione del diabete. Può essere opportuno effettuare un controllo della glicemia in corrispondenza dei pasti, seguendo le raccomandazioni del proprio team diabetologico e ogniqualvolta si presentino circostanze non abituali, come attività fisica non prevista, malattia o stress.

Che cosa si deve fare in caso di ipoglicemia?

Un’ipoglicemia deve essere corretta immediatamente, anche se non dovesse dare alcun sintomo, altrimenti si possono rischiare svenimenti,
cadute, convulsioni o addirittura il coma. Tutti i soggetti che assumono insulina devono tenere sempre a portata di mano succhi di frutta,
bevande zuccherate o caramelle di zucchero. In caso di sintomi indicativi di ipoglicemia, la glicemia capillare deve essere sempre verificata. Quando la glicemia è uguale o inferiore a 70, bisogna applicare la regola del 15

Assumere 15 gr di carboidrati semplici. Ricontrollare la glicemia capillare dopo 15 minuti. Ripetere la procedura fino a quando la glicemia non salirà a 100 mg/dL o sopra. Ricordarsi di portare sempre con sé uno degli alimenti consigliati da utilizzare in caso di ipoglicemia.

Dizionario del diabete

Lo strumento che ti guida ad individuare e conoscere i termini della patologia, per migliorare la gestione del diabete.

Associazioni italiane

Associazioni nazionali, regionali e non territoriali di persone con il diabete. Scopri le realtà più vicine a te!