Una porzione media contiene

Kilocalorie 737
Fibra gr 10
CHO gr 25
Proteine gr 13
Lipidi gr 65

Note:
Piatto antico, nato per festeggiare la fine dei lavori in cantina o i primi assaggi del vino nuovo. Gli ingredienti fondamentali sono l’aglio, l’olio, le acciughe e una gran varietà di verdure autunnali o invernali, crude, lessate o arrostite, che rendono il piatto particolarmente ricco di fibre, vitamine e composti ad azione antiossidante (per esempio la vitamina C dei peperoni, i carotenoidi della zucca, i tocoferoli degli ortaggi a foglia verde e dell’olio). Inoltre, gli ortaggi della famiglia delle crocifere (cavolo, cavolfiore) e degli allisolfuri (aglio, cipollotti e porri) contengono alcune sostanze che sembrano in grado di contrastare lo sviluppo dei tumori.

Ingredienti:

  • Bagna:
    acciughe sotto sale 130 gr
    4 grossi spicchi d’aglio
    olio extravergine d’oliva 3 dl - un bicchiere di latte
  • Verdure (350 gr a porzione):
    cardi gobbi
    peperoni crudi o cotti
    cavolo verza verde, bianco o rosso
    porri
    cipollotti
    rape bianche
    zucca
    sedano
    finocchi
    patate lesse

Preparazione

  1. Pulite le acciughe sotto sale e sciacquatele sotto un getto d’acqua.
  2. Tagliate a fettine sottili o schiacciate l’aglio.
  3. Ponetelo in un tegame capiente (possibilmente di terracotta), aggiungete un bicchiere di latte e fate cuocere a fuoco lento, mescolando fino a far evaporare la parte liquida del latte e dare origine a un composto cremoso.
  4. Aggiungete un bicchiere di olio e le acciughe spezzettate e continuate la cottura sempre a fuoco lento soffriggendo leggermente il composto, ma senza farlo colorare.
  5. Versate il rimanente olio e, sempre mescolando, amalgamate fino a ottenere una crema liscia, color nocciola chiaro.
  6. La ‘bagna’ va servita molto calda in piccole ciotole o in fornelli di terracotta alimentati da una piccola candela, in cui si immergeranno le verdure precedentemente preparate e affettate.

Dizionario del diabete

Lo strumento che ti guida ad individuare e conoscere i termini della patologia, per migliorare la gestione del diabete.

Associazioni italiane

Associazioni nazionali, regionali e non territoriali di persone con il diabete. Scopri le realtà più vicine a te!