facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    

Termine non presente nel dizionario, vedi sotto un elenco di termini che potrebbero essere correlati.

"perdita peso"

Anoressia

Disturbo del comportamento alimentare caratterizzato da marcata e protratta riduzione dell’assunzione di alimenti associata a perdita di interesse o addirittura avversione per il cibo. Più frequente nelle donne, specialmente nelle adolescenti. Nell'intento di perdere peso, oltre a ridurre progressivamente l'assunzione di cibo, può associarsi il ricorso a diuretici e lassativi, ad attività fisica strenua e all'induzione di vomito. Al dimagrimento patologico si accompagna la perdita del ciclo mestruale (amenorrea).

Bendaggio Gastrico

Trattamento chirurgico dell’obesità che, riducendo il volume dello stomaco, facilita la riduzione delle quantità di cibo assunte al pasto e contribuisce alla perdita di peso.

Chirurgia Bariatrica

È il trattamento chirurgico dell’obesità. Sono stati messi a punto diversi interventi che possono essere classificati in: gastro-restrittivi (es. bendaggio gastrico, gastroplastica verticale); malassorbitivi (che riducono l'assorbimento del cibo) quali la diversione bilio-pancreatica; misti (abbinano la compenente gastrorestrittiva all'induzione di malassorbimento), quali il bypass gastrico. Alcuni interventi, oltre a determinare un'importante perdita di peso, possono portare alla risoluzione del diabete di tipo 2; per questo si parla anche di chirurgia 'metabolica'.

Diversione Bilio-pancreatica

E' un intervento di chirurgia bariatrica di tipo malassorbitivo (riduce l'assorbimento di grassi e di zuccheri complessi e porta ad un notevole calo ponderale). Consiste nel creare una ‘doppia via’ digestiva: da una parte passa il cibo (dallo stomaco o meglio dal moncone gastrico, perché una parte viene asportata, all’intestino tenue distale - ileo) e dall’altra la bile e gli enzimi pancreatici.