Ogni giorno
e diabete



Scarica magazine n° 48

È tutto un attimo!

La prima serie web in Italia che affronta il tema del diabete. Un’iniziativa importante che dà voce ai pazienti e apre gli occhi allo spettatore.
Quando una persona convive con il diabete anche un’attività semplice come dormire, mangiare o fare sport può creare ansie e preoccupazioni.

È tutto un attimo!

Dal diabete non ci si separa: non ci sono sabati, domeniche o feste comandate. Ogni momento della giornata è scandito da piccole routine che consentono di tenere sotto controllo i valori glicemici. Informare e istruire, ma con uno stile narrativo ironico, è ciò che si propone di fare la miniserie È tutto un attimo, voluta e ideata da persone con diabete in terapia insulinica con microinfusione, per raccontare la loro esperienza e la loro quotidianità in modo leggero ma trasmettendo un messaggio importante: la consapevolezza che la qualità di vita è possibile grazie all’attenta e corretta gestione della patologia.


I pazienti stessi hanno suggerito i temi da affrontare, raccontandoli in piccoli spaccati di vita quotidiana che hanno interpretato come attori protagonisti. La miniserie vuole raccontare i vantaggi della terapia insulinica con microinfusore in termini di qualità di vita e flessibilità. Da alcune ricerche era emersa la scarsa informazione, a livello nazionale, della terapia con microinfusore e dei vantaggi che può offrire. Vi sono, infatti, alcune barriere che ostacolano l’adesione a questa terapia da parte di persone che potrebbero beneficiarne; tuttavia, a causa della mancanza di conoscenza di queste nuove tecnologie, molti pazienti percepiscono il microinfusore come uno strumento invasivo e complicato, e non ricevono le informazioni necessarie per effettuare una scelta consapevole.

Guarda i 4 episodi della miniserie


Gli sketch mostrano dunque, attraverso situazioni quotidiane, cosa significa avere il diabete, con la duplice finalità di avvicinare lo spettatore alla prospettiva del paziente e, allo stesso tempo, sottolineare l’impatto che la tecnologia può avere sulla sua qualità di vita. Un’iniziativa che ci ricorda che sorridere non è vietato quando si parla di diabete, e vuole ribadire il ruolo fondamentale del paziente nell’accettazione della patologia e nella gestione della terapia.


I dati

Da una recente indagine condotta nel 2015 è emerso che, sebbene in Italia il microinfusore rappresenti una delle frontiere più avanzate dell’innovazione in questo campo, la sua diffusione è assai inferiore rispetto a ciò che sarebbe auspicabile sul piano sanitario e a quanto avviene negli altri moderni sistemi sanitari. Solo il 16% dei pazienti affetti da diabete di tipo 1 è in terapia con microinfusore: in particolare il 27% in pediatria e il 15% nella popolazione adulta.


	                


	                
	                

        
    

Come giudichi il presente articolo?

ARCHIVIO DEI NUMERI PRECEDENTI

Vai all'archivio della rivista Modus e leggi tutti i numeri della rivista in pdf.

VEDI ARCHIVIO

accu-check-guide