14 novembre: Giornata Mondiale del Diabete

Conoscere per non avere paura.
La Giornata Mondiale del Diabete è l’iniziativa promossa allo scopo di sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione e della gestione di una delle più diffuse malattie croniche al mondo.

14 novembre: Giornata Mondiale del Diabete

La Giornata Mondiale del Diabete è l’iniziativa promossa allo scopo di sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione e della gestione di una delle più diffuse malattie croniche al mondo. Il diabete, infatti, interessa oggi milioni di persone, e nei prossimi anni è destinato a crescere ancora, in quella che l’Onu ha definito un’autentica “emergenza sanitaria globale”.

Lo slogan scelto per la giornata di quest’anno è “Donne e diabete: il nostro diritto a un futuro in salute”. Ad animare la giornata saranno, come sempre, migliaia di volontari, pazienti, familiari, medici e infermieri. Per aderire all’iniziativa, che si svolge ogni anno il 14 novembre, moltissime città hanno deciso di illuminare di blu, colore della Giornata, i più importanti monumenti cittadini: dalla fontana del Nettuno a Napoli, alla Reggia di Caserta, dal Duomo di Livorno, a molti altri.

Per conoscere l’iniziativa più vicina a te: www.giornatadeldiabete.it.


Un’iniziativa nata nel 1991
La Giornata Mondiale del Diabete è stata introdotta nel 1991 dalla International Diabetes Federation (IDF) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). È un’iniziativa internazionale con lo scopo di unire la comunità e favorire la conoscenza del diabete, la prevenzione e riflettere sulle difficoltà dell’affrontare una condizione cronica.
Il simbolo della Giornata Mondiale del Diabete è un cerchio blu: in tutte le culture il cerchio evoca la vita e la salute. Il colore blu ricorda il cielo che unisce tutte le nazioni, ed è, inoltre, il colore della bandiera delle Nazioni Unite. Questo cerchio blu rappresenta l’unità della comunità mondiale di fronte alla pandemia del diabete.


Quest’anno, la Giornata intende sottolineare in modo particolare l’importanza di un equo accesso alle cure per le donne con diabete o a rischio di svilupparlo. Accesso alle cure significa ai farmaci, alle tecnologie, alle informazioni e ai supporti necessari per essere il più possibile autonome e protagoniste nella prevenzione e nella gestione del diabete, allo scopo di ottenere risultati migliori in termini di salute e qualità della vita. Molte persone con diabete sono discriminate o colpevolizzate e il problema è ancora più sentito dalle ragazze e dalle donne, per le quali questa discriminazione si aggiunge a quelle frequenti in alcune società ancora dominate da una visione maschilista del mondo. Queste ineguaglianze possono disincentivare le ragazze e le donne dal richiedere una diagnosi o le cure appropriate, impedendo loro di raggiungere gli obiettivi di salute che sarebbero altrimenti possibili.

L’intento della Giornata Mondiale del Diabete è quello di informare e istruire più persone possibili, perché solo attraverso la consapevolezza e la conoscenza abbiamo il potere di cambiare il futuro nostro e dei nostri figli. La sinergia di attori privati, pubblici e singoli cittadini darà vita a un evento speciale che coinvolge direttamente persone impegnate quotidianamente nella lotta per l’emancipazione dal diabete. Una malattia sempre più diffusa, ma anche meglio gestibile rispetto al passato, proprio grazie ai progressi nella ricerca medico-scientifica, a chi si prodiga per informare e formare la gente e a quanti nel loro piccolo sostengono tali iniziative per migliorare lo stile di vita di coloro che si trovano ad affrontare la difficile sfida del diabete.



Donne e diabete: il diritto a un futuro in salute.


	                
	                
	                

    

Come giudichi il presente articolo?

Ricevi gratis la rivista a casa tua.

Note:

La informiamo che i dati (quali il Suo indirizzo email) da Lei forniti saranno trattati esclusivamente al fine di trasmetterLe attraverso mezzi informatizzati le informazioni da Lei richieste. Il conferimento di tali dati è facoltativo; tuttavia in assenza del Suo consenso non potremo inviarLe quanto richiestoci.