facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Autoimmunità e trapianto di pancreas o di isole

Autori: Occhipinti M

GIDM e diabete


11 giugno 2019

Autoimmunità e trapianto di pancreas o di isole

Il trapianto di pancreas e quello di isole pancreatiche rappresentano opzioni terapeutiche nei pazienti con diabete tipo 1 (DMT1) che presentano notevole instabilità glicemica, frequenti ipoglicemie inavvertite o rapida progressione verso complicanze croniche. L’obiettivo di questi interventi è quello di ripristinare una valida secrezione endogena di insulina. Entrambe le procedure possono essere effettuate in maniera isolata, se la funzione renale è conservata, oppure insieme o dopo il trapianto di rene in caso d’insufficienza renale terminale in fase dialitica o pre-dialitica. La presente rassegna è focalizzata sulla recidiva autoimmune del diabete dopo il trapianto, possibile a prescindere dal grado di compatibilità donatore-ricevente e in presenza di piena terapia immunosoppressiva. Vengono pertanto presentati schemi di terapia immunosoppressiva, strategie di follow-up e marker di ricorrenza di autoimmunità del DMT1. A oggi la conversione e/o l’aumento del titolo degli autoanticorpi betacellulari, sembrano avere un significato predittivo sulla manifestazione clinica della recidiva autoimmune del DMT1, sostenuta prevalentemente da linfociti T CD4 e CD8 con fenotipo immunologico simile a quello delle cellule memoria, sulle quali le terapie immunosoppressive convenzionali sembrano avere scarsa efficacia.

Sono pertanto auspicabili nuovi studi ad hoc, che possano sviluppare terapie maggiormente efficaci in questa direzione.


VEDI TUTTO, DOWNLOAD

Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.