Coagulazione

La coagulazione (emostasi) del sangue è un complesso meccanismo fisiologico che permette di evitare fenomeni emorragici o che li arresta quando questi si verificano. L’aterosclerosi è associata ad un’attivazione impropria del processo di coagulazione: fibrina e piastrine aderiscono alle pareti interne delle arterie costituendo un coagulo patologico (trombo) che contribuisce a restringerle o a chiuderle. Se il trombo si frammenta rilascia in circolo dei coaguli (emboli) che possono andare a chiudere un’arteria di calibro più piccolo.

Termini correlati

Emostasi

Quell'insieme di processi che porta all'arresto di una emorragia.

condividi termine

Trombo

Coagulo di sangue (composto da fibrina, piastrine, globuli bianchi e rossi, grassi) che si forma in modo inappropriato (non per riparare un vaso rotto) e aderisce alle pareti (endotelio). Un trombo può ostruire in parte o totalmente un vaso riducendo il flusso di sangue e ossigeno ai tessuti e provocandone la morte. È il caso dell’ictus o dell’infarto.

condividi termine

Coagulo

E' una sorta di 'tappo' costituito da fibrina, piastrine, globuli rossi, globuli bianchi che permette di arrestare un'emorragia prodottasi ad esempio in seguito ad un taglio.

condividi termine

Vedi anche

Aterosclerosi