Cos’è l’iperglicemia.

“Iperglicemia” significa elevata concentrazione di glucosio nel sangue e si verifica quando la glicemia supera i valori prestabiliti. Una situazione che, se protratta nel tempo, può causare complicanze.

Diabete in Pillole e diabete


29 novembre 2018

Cos’è l’iperglicemia.

Quando è iperglicemia?

Per sapere se la glicemia rientra nei valori obiettivo (in base alle caratteristiche della singola persona) è possibile effettuare un test con uno strumento per l’autocontrollo (glucometro) e condividere il valore con il medico per averne una corretta interpretazione.

Si definisce iperglicemia (glicemia alta) quando la glicemia supera i seguenti valori:

  • prima di: colazione, pranzo e cena > 130 mg/dl
  • 2 ore dopo: colazione, pranzo e cena > 180 mg/dl

Quali sono le cause dell’iperglicemia?

Una di queste situazioni o una loro combinazione può dar luogo ad un'iperglicemia:

  • assenza o ridotta produzione di insulina oppure incapacità dell'organismo di utilizzarla in modo efficace
  • mancata assunzione dei farmaci antidiabetici (insulina o ipoglicemizzanti orali)
  • assunzione di cibi non appropriati caratterizzati non solo da un eccesso di zuccheri o carboidrati, ma anche di proteine e grassi
  • attività fisica scarsa
  • assunzione di farmaci che possono aumentare la glicemia (es. cortisone)
  • infezioni o malattie

Quali sono i sintomi di un’iperglicemia?

Ogni evento iperglicemico può presentare sintomi diversi. Di seguito sono riportati i più comuni:

  • sete intensa
  • minzione frequente
  • stanchezza/fatica
  • prurito e pelle secca
  • difficile guarigione delle ferite
  • perdita di coscienza/coma (se l’iperglicemia è grave)

Questi segnali, anche se molto lievi, non devono mai essere ignorati. Il modo migliore per sapere se la glicemia rientra nell'intervallo dei valori obiettivo è quello di misurarla regolarmente.

Come capire l’origine dell’iperglicemia?

Ecco alcune situazioni che possono darci un’indicazione, se di recente:

  • non è stato assunto un farmaco ipoglicemizzante orale o insulina?
  • è stato ridotto il dosaggio dei farmaci ipoglicemizzanti orali o dell'insulina?
  • è stata modificata la dieta?
  • è stato consumato un pasto extra o una bevanda dolce?
  • è stata ridotta o saltata l’attività fisica abituale?
  • si sono manifestate malattie o infezioni?

Dizionario del diabete. Per saperne di più.


Pillole correlate

ARCHIVIO PILLOLE

Vai all’archivio Diabete in Pillole.

VEDI ARCHIVIO

Iscriviti alla newsletter

Lascia la tua email per rimanere sempre informato sul Diabete.

Argomenti correlati