facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		
				

				
				

Gestione e terapia

Diabete di nuova insorgenza durante il Covid-19, remissione nel 40% dei soggetti dopo un anno

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Diabetes and ITS Complications il 4% degli adulti ricoverati con Covid-19 in un ospedale negli Stati Uniti è stato riscontrato il diabete di nuova insorgenza e dopo un anno il 40,6% è tornato ad avere livelli glicemici normali.

Diabete di nuova insorgenza durante il Covid-19, remissione nel 40% dei soggetti dopo un anno

Un gruppo di ricercatori ha analizzato i dati di tutti gli adulti ricoverati al Massachusetts General Hospital con Covid-19 dal 1 marzo al 27 settembre 2020. Soggetti senza storia di diabete, con valori di emoglobina glicata (HbA1c) superiori al 6,5%, con valori glicemici casuali superiori a 200 mg/dl e che non avessero mai assunto farmaci ipoglicemizzanti, sono stati definiti come soggetti con diabete di nuova diagnosi. Il tipo di diabete, la traiettoria glicemica e la persistenza o regressione della malattia sono stati ottenuti durante il follow-up fino al 1 luglio 2021.


Delle 1.903 persone ricoverate con Covid-19 il 31,2% aveva il diabete, quello di nuova diagnosi è stato riscontrato nel 4% del totale dei soggetti ospedalizzati e nel 13% di quelli con diabete. Il 42,9% dei soggetti aveva qualche evidenza di prediabete prima del ricovero. Nell’analisi multivariata aggiustata per età, sesso, etnia e indice di massa corporea (BMI), gli individui con diabete di nuova diagnosi avevano un fabbisogno di insulina inferiore durante i primi 3 giorni di ricovero, una durata di ricovero più lunga e maggiore probabilità di essere spostati in terapia intensiva, rispetto agli individui con diabete persistente.


I soggetti che hanno proseguito con la ricerca sono 64, il 56,3% ha continuato ad avere evidenza di diabete dopo una mediana di 323 giorni di follow-up, mentre il 40,6% è regredito a normoglicemia o prediabete. Degli individui con evidenza di diabete durante il follow-up il 44,4% aveva controllato la dieta con livelli mediani di HbA1c del 6,4%, il 41,7% usava farmaci non insulinici con un’emoglobina Glicata mediana del 6,2% e il 13,9% richiedeva insulina con una HbA1c mediana di 8,3%.


Da questa ricerca emerge che quasi la metà dei soggetti con diabete di nuova diagnosi è tornato ad avere livelli glicemici compresi nell’intervallo normale o nel range prediabetico, questo suggerisce che i livelli di glicemia molto alti osservati durante il ricovero per Covid-19 possono essere legati allo stress piuttosto che a un cambiamento fisiologico permanente. La maggior parte dei soggetti che ha continuato a mostrare evidenze di diabete durante il follow-up è stato diagnosticato il diabete Tipo 2 e sono stati gestiti senza insulina.


FONTE: Cromer, S. J., Colling, C., Schatoff, D., Leary, M., Stamou, M. I., Selen, D. J., ... & Wexler, D. J. (2022). Newly diagnosed diabetes vs. pre-existing diabetes upon admission for COVID-19: Associated factors, short-term outcomes, and long-term glycemic phenotypes. Journal of Diabetes and its Complications, 108145.


ABSTRACT:

Aims

High rates of newly diagnosed diabetes mellitus (NDDM) have been reported in association with coronavirus disease-2019 (COVID-19). Factors associated with NDDM and long-term glycemic outcomes are not known.

Methods

Retrospective review of individuals admitted with COVID-19 and diabetes mellitus (DM; based on labs, diagnoses, outpatient insulin use, or severe inpatient hyperglycemia) between March and September 2020, with follow-up through July 2021.

Results

Of 1902 individuals admitted with COVID-19, 594 (31.2%) had DM; 77 (13.0%) of these had NDDM. Compared to pre-existing DM, NDDM was more common in younger patients and less common in those of non-Hispanic White race/ethnicity. Glycemic parameters were lower and inflammatory markers higher in patients with NDDM. In adjusted models, NDDM was associated with lower insulin requirements, longer length of stay, and intensive care unit admission but not death. Of 64 survivors with NDDM, 36 (56.3%) continued to have DM, 26 (40.6%) regressed to normoglycemia or pre-diabetes, and 2 were unable to be classified at a median follow-up of 323 days.

Conclusions

Diabetes diagnosed at COVID-19 presentation is associated with lower glucose but higher inflammatory markers and ICU admission, suggesting stress hyperglycemia as a major physiologic mechanism. Approximately half of such individuals experience regression of DM.


accu-chek