Diabete e alimentazione

Saper gestire correttamente la propria alimentazione aiuta a controllare meglio il diabete. Le regole importanti per le persone con diabete non sono così diverse dalle regole generali per uno stile di vita sano, a cominciare dal controllo del peso con un’alimentazione appropriata.“Sovrappeso” e “obeso” non sono giudizi estetici, ma termini scientifici che si riferiscono all’indice di massa corporea (BMI - Body Mass Index).

Diabete in Pillole e diabete


28 novembre 2018

Diabete e alimentazione

Dieta e diabete. I pasti ed i tipi di alimenti

Mangiare meno ma meglio è la scelta più corretta. Saltare i pasti, invece, non serve, anzi è controproducente. Meglio suddividere gli alimenti in tre pasti principali (colazione, pranzo, cena) e due spuntini. In questo modo si evitano sia i picchi di iperglicemia subito dopo i pasti, sia le ipoglicemie nell’intervallo tra questi. Non lasciate troppo o poco tempo fra due pasti e spezzate gli intervalli con due spuntini.

I rischi dell’ipoglicemia

La sfida per la persona con diabete è mantenere la glicemia quasi normale: tra 70 e 130 mg/dl a digiuno e preprandiale, inferiore ai 180 mg/dl postprandiale. Per raggiungere questi obiettivi molte persone assumono farmaci ipoglicemizzanti che, se utilizzati a dosi sbagliate, possono provocare ipoglicemia (inferiore a 70 mg/dl).

La crisi ipoglicemica

L’organismo sa come difendersi quando la glicemia scende al di sotto di certi livelli, ma nella persona con diabete la reazione è troppo lenta e la risposta arriva in ritardo, innescando facilmente la “crisi ipoglicemica”. Le manifestazioni premonitrici possono essere nervosismo, fame, inquietudine, rabbia, umore nero, tremore alle mani, sudorazione “fredda”, difficoltà nell’articolare le parole e disturbi alla vista. Per correggere una ipoglicemia basta assumere 15 grammi di glucosio, tre bustine di zucchero. Quindici minuti dopo si misura la glicemia e, se questa è ancora bassa (inferiore a 100 mg/dl), si possono assumere altri 15 grammi di zucchero. Se non si interviene tempestivamente l’ipoglicemia può diventare grave e diventa difficile coordinare i movimenti della mano e perfino deglutire. La persona con diabete può avere crisi convulsive o una estrema rigidità muscolare e raggiungere uno stato di incoscienza. In questa fase è necessario l’intervento immediato di personale medico.

Dizionario del diabete. Per saperne di più.

Carboidrati semplici     Celiachia     Iperglicemia     Ipoglicemia     Regola del 15    


Argomenti correlati