facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		
				

				
				

Gestione e terapia

Diabete, non ci sono associazioni con la mortalità da Covid-19

Secondo uno studio effettuato in Canada e Danimarca e pubblicato su MedRxiv il rischio di mortalità ospedaliera per Covid-19 non risulta significativamente più elevato tra i soggetti diabetici.

Diabete, non ci sono associazioni con la mortalità da Covid-19

Gli studi hanno riportato rischi di decesso più elevati tra i pazienti con Covid-19 e una storia di diabete, tuttavia mancano analisi dettagliate sull'associazione tra la gravità della sindrome respiratoria acuta grave causata dal virus SARS-CoV-2 e la presenza di condizioni di comorbidità. Inoltre gli studi che descrivevano l'associazione tra il diabete e rischio di decesso per Covid sono stati condotti presso singoli centri, con analisi dei dati regionali di pazienti con gravità variabile della malattia infettiva.


Per questo studio, i ricercatori hanno valutato l'associazione tra diabete e mortalità tra le persone ospedalizzate per Covid-19 residenti in Ontario e Copenaghen. La coorte comprendeva individui con più di 18 anni che sono stati ricoverati in ospedale a causa del Covid-19 tra il 1 gennaio 2020 e il 30 novembre 2020 in Ontario (n=1.018) e Copenaghen (n=305). I dati sono stati ottenuti principalmente dalle cartelle cliniche elettroniche dei pazienti. I dati comprendevano parametri demografici (sesso, età, conoscenza della lingua inglese e posizione residenziale prima del ricovero in ospedale), anamnesi (incluse malattie cardiovascolari, malattie polmonari, abitudine al fumo e insufficienza renale), uso di farmaci, esami di laboratorio intra-ospedalieri (emocromo completo, proteina C-reattiva, D-dimero e troponina), radiografie del torace, tomografia computerizzata del torace, ecocardiografia ed ecografia doppler. I soggetti diabetici sono stati identificati in base a valori di emoglobina glicata (HbA1c) maggiori di 6,5%. L'endpoint primario era il rischio di decesso a 30 giorni all'interno degli ospedali e i marcatori relativi alla gravità del Covid-19 erano proteina C-reattiva, creatinina, troponina, D-dimero, risultati radiografici anormali e requisiti per l’integrazione di ossigeno.

In totale sono stati analizzati 1.438 pazienti ricoverati in ospedale a causa del Covid-19, il 78,8% (n=1.133) e il 21% (n=305) dei quali risiedevano rispettivamente in Ontario e Danimarca. Nel 33% dei casi avevano il diabete. I diabetici avevano una maggiore probabilità di essere anziani e di avere malattie renali croniche, malattie cardiovascolari, livelli elevati di troponina e di utilizzare antibiotici rispetto ai non diabetici. I pazienti ospedalizzati con una storia di diabete tendevano ad avere una malattia più grave e una prognosi peggiore. In Ontario il tasso grezzo di mortalità per i pazienti diabetici con Covid era di 1,6, mentre per i residenti in Danimarca era di 1,27. I valori della metanalisi per entrambe le nazioni hanno prodotto valori corrispondenti rispettivamente di 1,11 e 1,55.


Sulla base dei risultati dello studio, il rischio di mortalità ospedaliera per Covid non era significativamente più elevato tra i diabetici rispetto ai non diabetici. Tuttavia non è noto se un soggetto con diabete presentasse una malattia più grave a causa di un ritardo nella ricerca di cure adeguate. Inoltre i fattori che potrebbero potenzialmente influenzare la gravità del Covid-19, come l'etnia e lo stato socioeconomico, potrebbero causare pregiudizi confondenti ed è quindi necessario condurre ulteriori ricerche considerando questi fattori.


FONTE: Bogler, O., Raissi, A., Colacci, M., Beaman, A., Biering-Sorensen, T., Cressman, A., ... & Fralick, M. (2022). The association between diabetes and mortality among patients hospitalized with COVID-19: Cohort Study of Hospitalized Adults in Ontario, Canada and Copenhagen, Denmark. medRxiv.


sugar