facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Diario Glicemico Alimentare

La corretta alimentazione, rappresenta uno degli aspetti fondamentali per l’educazione e la gestione del diabete nel breve e lungo periodo. Sapersi alimentare in modo corretto, sviluppare un’istintiva preferenza verso i cibi più salutari e una naturale moderazione nelle porzioni, pone le basi per vivere una vita sana prevenendo al meglio complicanze e condizioni anche indipendenti dal diabete.

Occorrono conoscenze e calcoli.

Saper associare a ogni piatto o pasto l’appropriata dose di insulina, regala libertà alla persona con diabete, le permette di variare la propria alimentazione e di mangiare fuori casa con serenità. Questo ‘diario glicemico’, accompagna chi ha il diabete in un percorso di educazione e di autocontrollo. È indirizzato a persone in terapia insulinica (multiniettiva o con microinfusore).


modus

Per approfondire gli argomenti,
scarica il manuale gratuitamente.



SCARICA IL MANUALE

Come ti può aiutare il diario glicemico alimentare

Compilare il diario glicemico alimentare registrando contemporaneamente i cibi assunti e le glicemie pre e post prandiali, permette al diabetologo di valutare il rapporto insulina/carboidrati con precisione, alla dietista di impostare insieme al paziente e alla sua famiglia un percorso di miglioramento delle abitudini alimentari ed è un primo utile esercizio per il conteggio dei carboidrati.

Come compilare il diario glicemico alimentare

Giorno per giorno e pasto per pasto vanno inserite nella casella ‘grande’ a sinistra gli alimenti contenenti carboidrati con il peso stimato a crudo delle porzioni assunte. Vale la pena di inserire per completezza anche gli alimenti che non li contengono. Poi, si sommano i grammi di carboidrati contenuti in ogni porzione e si inserisce il totale nella prima delle tre caselle al centro. A fianco, si indicherà la glicemia in mg/dl registrata prima e 2 ore dopo il pasto insieme alle unità di insulina assunte per “coprire” quel pasto.

schema_diario_alimentare_2.jpg

Il diario glicemico, è il registro di bordo della persona con diabete, va tenuto costantemente aggiornato non solo per aiutare lo specialista a valutare l’andamento della glicemia, ma soprattutto, per imparare sempre di più su se stessi e su come il proprio corpo reagisce alle sfide di ogni giornata ed anche, per monitorare il rapporto fra l’insulina assunta e le glicemie registrate.

Riportate nella riga relativa alla giornata, tutti i valori di glicemia misurati, le unità di insulina iniettate per ogni pasto (bolo) e le unità di insulina basale o lenta. Se vengono registrati valori glicemici fuori target si consiglia di evidenziarli. Nella casella “totale insulina giorno”, riportate la somma di tutte le unità iniettate. L’ultima casella, è dedicata alla segnalazione di eventi che possono avere influito sull’andamento della glicemia.

schema_diario_alimentare_2.jpg

Ricapitolando: per raggiungere l’obiettivo

Imparare a riconoscere e conteggiare i carboidrati

  1. Mantenere costante la quota di carboidrati ai pasti
  2. Controllare la glicemia, soprattutto prima e due ore dopo i pasti
  3. Compilare con attenzione il diario glicemico e alimentare

Con questi dati, durante la visita, il medico vi calcolerà i rapporti insulina/carboidrati e i fattori di correzione.

Obiettivo raggiunto.


VEDI TUTTO, DOWNLOAD

Dizionario del diabete. Per saperne di più.

Argomenti correlati