Digiuno intermittente, tra i rischi il diabete di Tipo 2

Le diete a digiuno intermittente possono avere diversi effetti collaterali, tra questi anche il diabete di Tipo 2, secondo uno studio dell’Università di San Paolo in Brasile presentato al meeting annuale dell’European Society of Endocrinology a Barcellona.

Alimentazione e diabete


Digiuno intermittente, tra i rischi il diabete di Tipo 2

Negli ultimi anni le diete a digiuno intermittente hanno guadagnato popolarità. Coloro che iniziano questo percorso possono scegliere se digiunare una volta ogni tre giorni, quindi due giorni su sette oppure se digiunare a giorni alterni. Tuttavia, le prove del loro successo sono state contraddittorie e c’è un dibattito tra i medici sui potenziali effetti collaterali a lungo termine.

Ricerche precedenti hanno anche dimostrato che il digiuno, e di conseguenza anche questo tipo di diete, può produrre molecole chiamate radicali liberi, sostanze chimiche reattive che possono causare danni alle cellule del corpo.

La dieta a digiuno intermittente sicuramente toglie centimetri al girovita, ma ha anche effetti collaterali piuttosto dannosi. Un gruppo di scienziati dell’Università di San Paolo in Brasile, ha riportato i risultati della loro ricerca su questo argomento durante il meeting annuale dell’European Society of Endocrinology a Barcellona. Le loro scoperte suggeriscono che la dieta del digiuno a intermittente può alterare l’azione dell’insulina, ormone che regola il metabolismo glucidico, portando ad un aumento del rischio di diabete di Tipo 2.

I ricercatori di San Paolo hanno esaminato gli effetti del digiuno a giorni alterni sul peso corporeo, sui livelli di radicali liberi e sulla funzione dell’insulina dei normali ratti adulti nell’arco di tre mesi. Anche se il peso corporeo e l’assunzione di cibo dei ratti sono diminuiti, la quantità di tessuto adiposo nell’addome è aumentata visibilmente. Inoltre, le betacellule pancreatiche, implicate nella secrezione insulina, sono state danneggiate ed è stato altresì rilevato un incremento dei radicali liberi e dei markers di resistenza all’insulina.

Questi risultati suggeriscono che sebbene la dieta a digiuno intermittente possa portare ad una rapida perdita di peso, a lungo termine potrebbe portare ad effetti potenzialmente dannosi per la salute, tra cui lo sviluppo del diabete di Tipo 2.

Fonte: ACM Bonassa et al. University of São Paulo, Brazil. Studio presentato a Barcellona all’European Society of Endocrinology annual meeting, ECE 2018.

Dizionario del diabete. Per saperne di più.

Betacellule     Diabete di tipo 2     Insulina    

Come giudichi il presente articolo?

Scrivici / Richiedi informazioni