Disidratazione

E' una condizione caratterizzata da un bilancio idrico negativo: la quantità di liquidi assunti è inferiore alla quantità di liquidi persi. Nella persona con diabete può essere la conseguenza dell'iperglicemia e della chetoacidosi che provocano un'abbondante produzione di urina. Nella persona anziana, che spesso non avverte lo stimolo della sete, la disidratazione può portare all'iperglicemia grave e ad una condizione chiamata iperosmolarità, che si manifesta con uno stato di semincoscienza e di sopore che può arrivare al coma.

Articoli correlati che potrebbero interessarti

Termini correlati

Iperglicemia

Concentrazione elevata di glucosio nel sangue. L'iperglicemia configura una condizione di diabete quando la glicemia a digiuno supera i 126 mg/dl o i 200 mg/dl due ore dopo il pasto. Nella persona con diabete iperglicemie ripetute e prolungate danneggiano i vasi arteriosi, compromettendo la funzione di molti organi e provocando la comparsa delle complicanze.

condividi termine

Chetoacidosi

Grave emergenza medica caratterizzata da elevatissimi valori di glicemia e da una gravissima carenza di insulina; questo fa sì che per avere energia disponibile l'organismo sia costretto a 'bruciare' i grassi, non potendo utilizzare il gluc

condividi termine

Iperosmolarità

Condizione non rarissima nella persona anziana e diabetica. È caratterizzata da una profonda disidratazione e da una grave iperglicemia. Si manifesta con uno stato di ridotta coscienza o con uno stato soporoso, che può evolvere fino al coma.

condividi termine