Effetto della dieta vegetariana sui fattori di rischio cardiometabolici nel diabete: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati e controllati

Effect of vegetarian dietary patterns on cardiometabolic risk factors in diabetes: a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials

Viguiliouk, Kendall, Kahleová, Rahelić, Salas-Salvadó, Choo, Mejia, Stewart, Leiter, Jenkins, Sievenpiper

Clin Nutr. 2018 Jun 13. pii: S0261-5614(18)30220-6. doi: 10.1016/j.clnu.2018.05.032.

Alimentazione e diabete


17 dicembre 2018

RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.
Effetto della dieta vegetariana sui fattori di rischio cardiometabolici nel diabete: una revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati e controllati

Background: al fine di aggiornare le linee guida dell’European Association for the Study of Diabetes (EASD) per la terapia nutrizionale sono state condotte una review sistematica ed una metanalisi dei trial clinici randomizzati controllati al fine di riassumere le evidenze in merito agli effetti della dieta vegetariana sul controllo glicemico ed altri fattori di rischio cardiometabolico nei soggetti con diabete.

Metodi: È stata effettuata una ricerca utilizzando i più comuni motori di ricerca quali MEDLINE, EMBASE, and Cochrane per trails clinici randomizzanti con una durata ≥3 a tre settimane dal 26 febbraio 2018 che valutassero l’effetto di pattern dietetici vegetariani in soggetti con diabete.

l’obiettivo primario era la HbA1c. Gli outocomes secondari includevano altri indici di controllo glicemico, lipidi ematici peso corporeo/adiposità, e pressione sanguigna.

Due revisioni indipendenti hanno estratto i dati e stimato il rischio di bias. I dati sono stati sono stati raggruppati con metodi di variata inversa ed espressi come differenze medie (MD) con il 95% di CI. L’eterogeneità del campione è stata valutata (Cochran Q statistic) e quantificata (I2 statistic).

La certezza complessiva delle prove è stata valutata utilizzando l'approccio Grading of Recommendations Assessment, Development, and Evaluation (GRADE).

Risultati: Nove prove (n = 664 partecipanti) hanno soddisfatto i criteri di eleggibilità. Nei modelli dietetici vegetariani erano significativamente diminuiti: i livelli di HbA1c (MD = -0,29% [IC 95%: -0,45, -0,12%]), la glicemia a digiuno (MD = -0,56 mmol/L [IC 95%: -0,99, -0,13 mmol/L] ), LDL-C (MD = -0.12 mmol/L [IC 95%: -0.20, -0.04 mmol/L]), il colesterolo non-HDL (MD = -0.13 mmol/L [IC 95%: -0.26, -0,01 mmol/L]), il peso corporeo (MD = -2,15 kg [IC 95%: -2,95, -1,34 kg]), il BMI (MD = -0,74 kg/m2 [95% CI: -1,09, -0,39 kg/m2]) e la circonferenza della vita (MD = -2,86 cm [95% CI: -3,76, -1,96 cm]). Non è stato osservato alcun effetto significativo sull'insulina a digiuno, sull'HDL-C, sui trigliceridi o sulla pressione sanguigna. La certezza complessiva delle evidenze era moderata, ma era bassa per l'insulina a digiuno, i trigliceridi e la circonferenza della vita.

Conclusioni: Le abitudini alimentari vegetariane migliorano il controllo glicemico, LDL-C, non-HDL-C e il peso corporeo/adiposità nei soggetti con diabete, supportando la loro inclusione nella gestione del diabete. Sono necessarie ulteriori ricerche confermare tali risultati.


RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.