facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Effetto della perdita di peso indotta dalla dieta negli individui obesi con e senza diabete di Tipo 2

Effect of diet-induced weight loss on lipoprotein(a) levels in obese individuals with and without Type 2 diabetes

Berk, Yahya, Verhoeven, Touw, Leijten, van Rossum, Wester, Lips, Pijl, Timman, Erhart, Kronenberg, Roeters van Lennep, Sijbrands, Mulder

Diabetologia. 2017 Jun;60(6):989-997. doi: 10.1007/s00125-017-4246-y. Epub 2017 Apr 6

Alimentazione e diabete


17 dicembre 2018

RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.
Effetto della perdita di peso indotta dalla dieta negli individui obesi con e senza diabete di Tipo

Obiettivi: Livelli elevati di lipoproteina (a) [Lp (a)] sono un fattore di rischio indipendente per la malattia cardiovascolare (CVD), in particolare nei soggetti con diabete di tipo 2. Sebbene la perdita di peso migliori i fattori di rischio convenzionali per la malattia cardiovascolare nel diabete di tipo 2, gli effetti su Lp (a) sono sconosciuti e possono influenzare l'esito a lungo termine della CVD dopo la perdita di peso indotta dalla dieta. Lo scopo di questo studio clinico era di determinare l'effetto della perdita di peso indotta dalla dieta sui livelli di Lp (a) negli individui obesi con diabete di tipo 2.

Metodi: I livelli plasmatici di Lp (a) sono stati determinati mediante immunoturbidimetria in plasma ottenuto prima e dopo 3-4 mesi di una dieta a ridotto contenuto calorico in quattro coorti di studio indipendenti. La coorte primaria era costituita da 131 pazienti prevalentemente obesi con diabete di tipo 2 (coorte 1), tutti partecipanti allo studio Prevention Of Weight Regain in diabetes type 2 (POWER). Le coorti secondarie consistevano in 30 pazienti obesi con diabete di tipo 2 (coorte 2), 37 individui obesi senza diabete di tipo 2 (coorte 3) e 26 soggetti obesi senza diabete di tipo 2 sottoposti a chirurgia bariatrica (coorte 4).

Risultati: Nella coorte primaria, la dieta a ridotto contenuto calorico ha comportato una perdita di peso del 9,9% (IC 95% 8,9, 10,8) e ha migliorato i fattori di rischio CVD convenzionali come i livelli di colesterolo LDL. Livelli di Lp (a) aumentati di 14,8 nmol / /l (IC 95% 10,2, 20,6). Nell'analisi univariata, la variazione di Lp (a) correlava con i livelli basali di Lp (a) (r = 0,38, p <0,001) e la variazione del colesterolo LDL (r = 0,19, p = 0,033). Nelle coorti 2 e 3, la perdita di peso dell'8,5% (IC 95% 6,5, 10,6) e 6,5% (IC 95% 5,7, 7,2) era accompagnata da un aumento mediano di Lp (a) di 13,5 nmol / /l (95% CI 2.3, 30.0) e 11.9 nmol / /l (IC 95% 5.7, 19.0), rispettivamente (tutti p <0.05). Quando le coorti 1-3 sono state combinate, l'aumento di Lp (a) indotto dalla dieta era correlato alla perdita di peso (r = 0,178, p = 0,012). Nella coorte 4, non è stato trovato alcun cambiamento significativo nella Lp (a) (-7,0 nmol / /l, 95% CI -18,8, 5,3) nonostante una considerevole perdita di peso (14,0%, IC 95% 12,2, 15,7).

Conclusioni: La perdita di peso indotta dalla dieta è stata accompagnata da un aumento dei livelli di Lp (a) negli individui obesi con e senza diabete di tipo 2, mentre i fattori di rischio CVD convenzionali per CVD sono migliorati. Questo aumento dei livelli di Lp (a) può potenzialmente antagonizzare i benefici effetti cardiometabolici derivanti dalla riduzione del peso indotta dalla dieta.


RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.