Effetto dell'allenamento aerobico sulla conduzione nervosa negli uomini con diabete di Tipo 2 e neuropatia periferica: uno studio controllato randomizzato

Effect of aerobic training on nerve conduction in men with Type 2 diabetes and peripheral neuropathy: A randomized controlled trial

Gholami, Nikookheslat, Salekzamani, Boule, Jafari

Neurophysiol Clin. 2018 Mar 29. pii: S0987-7053(17)30299-X. doi: 10.1016/j.neucli.2018.03.001

Attività fisica e diabete


RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.
Effetto dell'allenamento aerobico sulla conduzione nervosa negli uomini con diabete di Tipo 2 e neuropatia periferica: uno studio controllato randomizzato

Obiettivi: La neuropatia periferica (PN) è una delle complicanze a lungo termine del diabete. Pochi studi hanno studiato il ruolo dell'esercizio fisico regolare sulla PN diabetica. E’ stato  esaminato l'effetto dell'allenamento aerobico sulla velocità di conduzione nervosa e l'ampiezza del potenziale d'azione negli arti inferiori degli uomini con diabete di tipo 2 e PN.

Metodi: In un trial clinico controllato randomizzato, sono stati arruolati 24 volontari con diagnosi di PN diabetica che sono stati assegnati in modo casuale a gruppi di controllo o di esercizio fisico. L'allenamento aerobico consisteva in 20-45 minuti di cammino o in una corsa al 50-70% della riserva cardiaca per tre sessioni a settimana per 12 settimane. Prima e 48 ore dopo il periodo sperimentale, sono stati condotti studi sulla conduzione nervosa e sono stati prelevati campioni di sangue per la determinazione dell’ HbA1c, della glicemia a digiuno e due ore dopo il pasto. I dati sono stati analizzati utilizzando ANOVA  a misure ripetute con un livello di significatività di P <0,05.

Risultati: La velocità di conduzione sensitiva del nervo surale (NCV) nel gruppo esercizio era aumentata significativamente (da 35,2 ± 4,3 m /sa 37,3 ± 6,2 m /s) rispetto al gruppo di controllo (P = 0,007). Le variazioni dell’ampiezza del potenziale d’azione nel nervo motore peroneale e tibiale  (NAPA) e in tutti i nervi studiati non erano differenti tra i gruppi (P> 0.05). Inoltre, HbA1c è diminuita in misura maggiore nel gruppo esercizio rispetto al controllo (P = 0,014).

Conclusione: L'allenamento aerobico può avere il potenziale di ostacolare la progressione della PN diabetica migliorando l'NCV. Date le scarse prove in questo campo, i meccanismi relativi all'esercizio fisico devono essere studiati in futuro.


RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.