Eziopatogenesi delle complicanze microangiopatiche nel diabete mellito

Autore: Avogaro A

GIDM e diabete


09 novembre 2018


Scarica PDF

Eziopatogenesi delle complicanze microangiopatiche nel diabete mellito

È stato dimostrato, in studi osservazionali e prospettici, che la microangiopatia diabetica non solo è causa di cecità, insufficienza renale e amputazioni non traumatiche, ma è anche un potente predittore di complicanze macrovascolari. La sua fisiopatologia prevede l’interazione tra numerosi fattori che contribuiscono simultaneamente sia al danno, sia alla ridotta protezione vascolare nei confronti dell’iperglicemia. Secondo la tradizionale ipotesi di Brownlee, un’aumentata produzione di radicali liberi dell’ossigeno secondaria all’iperglicemia è la principale ragione dell’insorgenza della microangiopatia. Oltre a questa ipotesi, sono stati descritti ulteriori meccanismi in grado di contribuire alla patogenesi delle complicanze microvascolari quali: le modificazioni epigenetiche; la ridotta capacità rigenerativa dell’endotelio secondaria a un ridotto rilascio midollare di cellule progenitrici; il ruolo dei neutrofili e la loro morte per NETosi; il ruolo dell’attivazioni di proteasi intracellulari come le chimasi. La comprensione di tali meccanismi potrà portare ad approcci terapeutici innovativi con conseguente riduzione della stessa microangiopatia.


VEDI TUTTO, DOWNLOAD

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.