facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Fisiopatologia dell’esercizio fisico

Autori: Moghetti P

GIDM e diabete


03 settembre 2019

Fisiopatologia dell’esercizio fisico

La capacità di esercizio fisico è una delle funzioni naturali che si sono mantenute nel percorso evolutivo del mondo animale e umano. Purtroppo negli ultimi decenni la sedentarietà ha preso il sopravvento, e sono così aumentate a dismisura le problematiche e le complicanze legate al sovrappeso e all’obesità. Come ricorda l’autore, l’attività fisica è quanto mai vantaggiosa nell’individuo con diabete, in quanto stimola l’utilizzo del glucosio con risultati che mimano l’azione insulinica, se pure attraverso vie metaboliche differenti da quelle da essa modulate e può essere pertanto di prezioso supporto nel controllo metabolico dei pazienti. L’esercizio fisico regolare è infatti considerato uno strumento cruciale sia nella prevenzione sia nella cura del diabete tipo 2, come pure nella prevenzione delle sue complicanze croniche. La trattazione illustra l’impatto dell’esercizio fisico sul metabolismo energetico ed evidenzia l’importanza di mantenere i benefici nel tempo attraverso un giusto intervallo tra le sedute di esercizio. L’autore ricorda poi le differenze tra il training aerobico e quello di forza, delineando così alcuni consigli pratici generali, che il medico potrebbe trasferire al paziente come contenuti educazionali, e interessanti spunti di ricerca per il futuro.


VEDI TUTTO, DOWNLOAD

Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.