facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

I grassi dei formaggi proteggono dal diabete

EASD: secondo una ricerca svedese, presentata nel corso del recente meeting di Vienna, i latticini ad alto contenuto di grassi proteggono dal diabete.

Alimentazione e diabete


20 febbraio 2015

I grassi dei formaggi proteggono dal diabete

Secondo uno studio, coordinato da Ulrika Ericson, dell’università di Lund in Svezia, i grassi dei formaggi sono grado di abbassare del 23% il rischio di sviluppare il diabete. La ricerca, che ha coinvolto quasi 27mila persone, è stata presentata in occasione del 50° meeting annuale della EASD, European Association for the Study of Diabetes, che si è svolto a Vienna dal 15 al 19 settembre e sarà pubblicata a breve sulla rivista Diabetology. I grassi alimentari, spiegano gli scienziati, possono influenzare il metabolismo del glucosio e la sensibilità all’insulina e possono avere un ruolo cruciale nello sviluppo del diabete di Tipo 2. Inoltre, hanno ricordato, sono diversi gli studi epidemiologici che suggeriscono che un elevato apporto di latticini può avere un effetto protettivo. Lo studio svedese ha analizzato i dati di 26.930 persone, di cui il 60% donne, di età compresa fra 45 e 74 anni. Gli autori hanno classificato le principali fonti di grassi alimentari in base al contenuto e alla loro associazione con il rischio di diabete. Del campione osservato, sono state registrate le abitudini a tavola, l’indice di massa corporea, l’attività fisica, il consumo di sigarette e di alcool, i livelli di istruzione. Nei 14 anni di follow-up sono stati identificati 2.860 casi incidenti di diabete di Tipo 2. Dall’analisi dei dati è risultato che un consumo giornaliero di panna (30ml o più al giorno) ha comportato una riduzione del rischio del 15% rispetto a un consumo di appena 0,3ml al giorno. Un consumo giornaliero di latte intero, pari a 180ml, ha ridotto il rischio del 20% rispetto a chi non ne ha consumato affatto. Prodotti analoghi, a basso contenuto di grassi, invece, non hanno dimostrato alcun effetto nell’abbassare il rischio di diabete. «È vero che questi risultati», ha precisato Ericson a conclusione della sua relazione, «suggeriscono che i grassi dei prodotti caseari, almeno in parte, mostrano un effetto protettivo sul diabete, mentre questo effetto non vale per le carni. Ma è altrettanto vero che è importante la dieta nel suo complesso e non si possono consigliare i prodotti lattiero caseari ad alto contenuto in grassi anche a chi è in sovrappeso perché questi alimenti hanno una densità energetica elevata».
Fonte: U. Ericson et al., ricerca condotta dal Lund University Diabetes Center di Malmö (Svezia), presentata a Vienna in occasione del 50° meeting annuale EASD, European Association for the Study of Diabetes