Il bullismo sul lavoro è un fattore di rischio per il diabete di Tipo 2

Tra le conseguenze degli atti intimidatori, della violenza, del mobbing sul luogo di lavoro, c’è anche l’aumento significativo delle possibilità di sviluppare il diabete mellito di Tipo 2. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica “Diabetologia”.

Ogni Giorno e diabete


Il bullismo sul lavoro è un fattore di rischio per il diabete di Tipo 2

Secondo una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista scientifica Diabetologia, che ha coinvolto le Università di Copenhagen e di Stoccolma, il rischio di ammalarsi di diabete di Tipo 2 aumenta fino al 46% per chi subisce atti di bullismo e di violenza sul luogo di lavoro.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 45.905 uomini e donne di età compresa tra i 40-65 anni, non diabetici al momento dell’inizio dello studio e provenienti da quattro studi che si sono svolti in Svezia, Danimarca e Finlandia. Il mobbing e la violenza sul posto di lavoro sono stati autosegnalati all’inizio della ricerca. L’incidenza  del diabete è stata accertata attraverso i registri sanitari, i registri dei farmaci e i registri delle morti. Il 9% della popolazione ha riferito di essere stato vittima di bullismo sul lavoro e il 12% è stato esposto a violenza sul posto di lavoro o a minacce di violenza. I risultati dello studio hanno evidenziato che chi fra i partecipanti aveva subito episodi di bullismo aveva un rischio di diabete di Tipo 2 più alto del 46% rispetto a chi non ne aveva subito. Anche l’esposizione ad atti di violenza sul lavoro risultava associata a un più alto rischio di diabete. Le stime di rischio si attenuano leggermente prendendo in considerazione l’indice di massa corporea, in particolare per il bullismo. I risultati sono stati simili per uomini e donne e sono stati coerenti in tutte le coorti.

I ricercatori concludono sostenendo che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se le politiche per ridurre il bullismo e la violenza sul lavoro possano ridurre l’incidenza del diabete di Tipo 2 nelle persone che lavorano e ritengono anche altamente giustificata la ricerca sui meccanismi alla base di questa associazione.

Fonte: T Xu et al. Diabetologia. January, 2018; 61 (1): 75–83

Dizionario del diabete. Per saperne di più.


Argomenti correlati

Scrivici / Richiedi informazioni