facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Internet, rischio o opportunità?

Vantaggi e svantaggi dell’informazione online.Internet è ormai entrato a far parte della nostra quotidianità. Tutti noi lo usiamo per cercare informazioni, ascoltare musica, comunicare tramite i social network e tanto altro.

Tecnologia e diabete


01 novembre 2019

Scarica magazine n° 53

Scarica magazine n° 53

Internet, rischio o opportunità?

Per quanto riguarda l’informazione, però, non è sempre tutto rose e fiori: esistono infatti vantaggi e svantaggi nell’uso di Internet.

Tra i vantaggi c’è la velocità con cui viaggiano le informazioni, che ci permette di conoscere in tempo reale le notizie provenienti da qualsiasi parte del mondo: in questo modo possiamo essere sempre aggiornati su moltissime cose.

Un altro vantaggio riguarda i costi contenuti dell’informazione: la maggior parte dei siti web, infatti, è gratuita. E non è solo l’unico risparmio: se dobbiamo acquistare un oggetto possiamo documentarci leggendo le recensioni di chi lo possiede per evitare una spesa inutile e lo stesso vale per la prenotazione di un albergo, un ristorante eccetera. 

Ma forse il più grande vantaggio di Internet è il fatto che le informazioni siano accessibili a chiunque e in qualsiasi posto, basta utilizzare un pc, un tablet o uno smartphone. Per quanto riguarda gli svantaggi, invece, è importante ricordare che tra le moltissime notizie e informazioni che possiamo trovare, si nasconde anche qualche bufala, ovvero notizie false che vengono spacciate per vere. 


Comunemente chiamate “fake news”, le bufale sono una vera e propria piaga, poiché possono annullare gli effetti positivi del diritto di auto-informazione. Chiunque si avvalga di questo diritto, perciò, ha anche il dovere di verificare le fonti di ciò che legge. E questa è la prima regola per difendersi dalle bufale in rete. 


Qualora la nostra attenzione non fosse sufficiente, si possono consultare alcuni siti dedicati alle false notizie che, oltre a smascherare le false notizie, elencano siti web di dubbia affidabilità da cui dovremmo tenerci lontani.
Nonostante alcuni svantaggi, Internet è uno dei mezzi di informazione più utilizzati al mondo. Non ci resta che iniziare a navigare, sempre con tutti e due gli occhi aperti.


Navigare in sicurezza 

Internet, come abbiamo visto, può nascondere alcune insidie, soprattutto per chi lo usa da poco o sta ancora imparando a usarlo. Ecco qui alcuni suggerimenti per navigare in internet in tutta sicurezza: 


2274


Verifica l’estensione e non fermarti al titolo: nel momento in cui vieni a contatto con una notizia particolarmente strana o eclatante, per prima cosa verifica l’URL (serie di caratteri, numeri e simboli che caratterizzano una pagina web) da cui proviene (occhio ad anagrammi e pagine satiriche!) e non fermarti al titolo. 
Verifica la fonte e controllane altre: se permangono ancora dubbi sulla veridiciᆳtà del contenuto, verifica la fonte su Google consultando altri contenuti prodotti e controlla la notizia consultando altre fonti sul web. 
Attenzione alla grammatica e verifica l’estetica e la cura dei dettagli: spesso, per la natura frettolosa e focalizzata sull’ottenere l’azione (condivisione) nell’immediato, i produttori di fake news prestano poca attenzione alla forma del contenuto, traducendo frettolosamente i contenuti da fonti estere o condividendole sui social da siti amatoriali. 
Attenzione al contesto, alle immagini e ai video: dove, quando, chi, cosa e perché? Porre particolare attenzione alle connessioni logiche e alle relazioni causa-effetto degli argomenti presenti nel contenuto, ma non solo: attenzione alla data degli eventi narrati e di tagli in immagini e video: sfruttare la ricerca per immagini di Google o YouTube. 
Pensa prima di condividere e per le notizie scientifiche rivolgiti al medico: 
impara a gestire le emozioni e le percezioni immediate, riflettendo in modo incondizionato e non cedendo all’influenza dei tuoi preconcetti. Inoltre, se qualcosa non ti è chiaro o va oltre le tue conoscenze, rivolgiti a un professionista: capire male e peggio che non capire. 
Fonte: Ing. Andrea Boaretto, fondatore e CEO di Personalive, start-up nata presso il PoliHub del Politecnico di Milano 


					                
				
					
				
				
					
				
				
					
					
					
					
					
					
					
					                
					                
				
				

Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?

Ricerca per argomenti

Diabete e tecnologia

ARCHIVIO DEI NUMERI PRECEDENTI

Vai all'archivio della rivista Modus e leggi tutti i numeri della rivista in pdf.

VEDI ARCHIVIO