facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    







	
	

L’autocontrollo della glicemia nel diabete

Cos’è l’autocontrollo? A cosa serve? Cosa significa autocontrollo strutturato?

L’autocontrollo della glicemia nel diabete

L’autocontrollo della glicemia è una parte indispensabile della terapia, senza la quale non è possibile ottenere risultati durevoli nell'equilibrio glicemico; fa parte integrante del trattamento del diabete così come la dieta, l'esercizio fisico e i farmaci.

Il controllo della glicemia serve a:

  • Identificare e correggere immediatamente situazioni di rischio (troppo o troppo poco zucchero nel sangue iperglicemia o ipoglicemia)
  • Definire il proprio personale 'profilo glicemico' che è il risultato delle abitudini alimentari, dello stile di vita, del proprio metabolismo
  • Valutare insieme al Medico gli effetti della terapia e delle proprie scelte
  • Rendere la terapia sempre più adeguata alle proprie esigenze, cioè ‘personalizzarla’ per renderla più efficace

Chi si rende conto di essere in ipoglicemia dovrà assumere immediatamente una certa quantità di zucchero rapidamente assimilabile (una bustina o zolletta di zucchero, una bibita zuccherata o altro).
Un buon modo per imparare a controllare il diabete è far pratica. Basta controllare l’effetto della decisione presa e, se funziona, memorizzarla. Per esempio se un giorno, due ore dopo il pasto, la glicemia è 200mg/dL e una camminata di venti minuti è stata sufficiente a riportarla a 160mg/dL, molto probabilmente lo stesso effetto si ripeterà anche in futuro.

Autocontrollo strutturato
Praticare un autocontrollo strutturato significa misurare le glicemie con la giusta frequenza, al tempo giusto e nella giusta situazione, così da generare informazioni utili che portino alle giuste azioni correttive.
Nell'autocontrollo strutturato la persona con diabete misura la sua glicemia secondo uno schema concordato, che segue giorni e ore precisi. In questo modo i dati che si raccolgono sono meglio organizzati e permettono al medico di orientarsi nella evoluzione delle terapie.
Ogni aspetto aiuta a definire meglio l'altro, infatti l'autocontrollo permette di comprendere al meglio quali sono le caratteristiche del paziente e di scegliere in maniera personalizzata la terapia più appropriata.

SEI D'ACCORDO?

Ti sei mai iniettato volutamente meno insulina per perdere peso?

Sì: 12% - No: 88%