La diagnosi del diabete: come e quanto può influenzare la famiglia

Quando arriva il diabete in famiglia

Gestione e terapia e diabete



Scarica magazine n° 50

La diagnosi del diabete: come e quanto può influenzare la famiglia

L’esordio di una malattia cronica come il diabete è un momento molto delicato sia per il paziente sia per la sua famiglia. Quando a essere colpiti dalla malattia sono bambini e adolescenti, la questione si fa ancora più difficile.


CI SI CURA MEGLIO SE QUALCUNO CI DÀ UNA MANO

È stato dimostrato che relazioni collaborative tra genitore e figlio possono influenzare positivamente sia l’aderenza al trattamento sia il controllo glicemico; inoltre, l’aderenza è migliorata dal coinvolgimento dei genitori e dal contributo di questi nel monitoraggio degli obiettivi richiesti ai figli nella gestione del diabete.

Ci sono alcuni sistemi – come quelli per esempio costituiti da un glucometro, un’applicazione (app) per smartphone e un portale di gestione online dei dati – che consentono all’utente di condividere in tempo reale i dati glicemici e le informazioni correlate.

L’accesso immediato ai dati e la possibilità di analizzarli in modo retrospettivo aumentano il senso di sicurezza e fiducia nella gestione del diabete e riducono la paura di ipoglicemia tra i genitori di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1.

La facilità di utilizzo di tali sistemi, associata all’accesso accurato e in tempo reale ai dati, può agevolare la cura giornaliera del diabete, ridurre l’ansia del giovane paziente e dei genitori e sostenere l’aderenza a buone pratiche di autogestione.


Il diabete di tipo 1, infatti, è una patologia che richiede una complessa riorganizzazione delle abitudini alimentari e dello stile di vita.
Talvolta, specialmente nei pazienti adolescenti, l’iperprotettività da parte dei genitori nei confronti del figlio malato può impedire a quest’ultimo di sviluppare un’autonomia nella gestione della malattia e la fisiologica e progressiva indipendenza emotiva dal nucleo famigliare. Tale atteggiamento si va consolidando come reazione difensiva a un evento imprevisto, che genera emozioni di paura, angoscia e rabbia.
La diagnosi dà il via a un percorso che vede la famiglia impegnata nell’apprendere la gestione del figlio malato e il controllo del diabete: l’urgenza dell’apprendimento, inoltre, può limitare la possibilità per i genitori di prendersi cura delle implicazioni psicologiche ed emotive della malattia, per il figlio e per se stessi, con inevitabili conseguenze sul piano dell’atmosfera famigliare e del benessere di ciascun componente. La dimensione psicologica ha un ruolo rilevante anche per il famigliare del paziente: il suo atteggiamento può, infatti, facilitare o ostacolare la relazione con la malattia.


L’educazione, la conoscenza e la consapevolezza sono imprescindibili per affrontare il diabete.


È dunque fondamentale che l’ambiente famigliare sia sano dal punto di vista psicologico, in modo che i giovani diabetici possano sviluppare la propria indipendenza fin dalla più tenera età, in un contesto accogliente e affettivo, con dei genitori il cui approccio alla malattia sia fermo e coerente, ma senza troppe restrizioni. La modalità con cui tale fase viene vissuta incide notevolmente sull’accettazione della malattia e sulla “presa in carico” di se stesso da parte del paziente.
Quanto più tale processo viene vissuto in maniera consapevole, tanto più sarà funzionale alla riorganizzazione del nucleo famigliare.


Anche in questo caso, è importante una visione centrata sul paziente e non sulla malattia, ovvero un approccio che si faccia carico della persona nella sua totalità.


L’educazione, la conoscenza e la consapevolezza sono imprescindibili per affrontare positivamente il diabete: è dimostrato che il supporto della famiglia nella cura della patologia ha un effetto decisivo nel migliorare la salute delle persone che ne sono affette. Per questo è così importante che l’educazione e la promozione della corretta autogestione siano accessibili a tutte le persone con diabete e alle loro famiglie.


					                
				
					
				
				
					
				
				
					
					
					
					
					
					
					
					                
					                
				
				

ARCHIVIO DEI NUMERI PRECEDENTI

Vai all'archivio della rivista Modus e leggi tutti i numeri della rivista in pdf.

VEDI ARCHIVIO

Scrivici / Richiedi informazioni