La relazione terapeutica con il paziente migrante e la cultural competence del dietista: un contributo esperienziale

Autore: Morana PP, Giannini R, Carboni E, Ghidoni M, Fantuzzi AL

GIDM e diabete


17 dicembre 2018


Scarica PDF

La relazione terapeutica con il paziente migrante e la cultural competence del dietista: un contributo esperienziale

I dati sull’immigrazione nel territorio italiano evidenziano un aumento dei flussi migratori, che hanno trasformato l’Italia in un Paese multiculturale e hanno provocato una conseguente maggiore richiesta di assistenza sanitaria. La popolazione straniera che accede alle strutture sanitarie italiane richiede ai professionisti sanitari, inclusi i dietisti, una competenza specifica quale requisito per migliorare l’efficacia dell’intervento terapeutico. All’interno del team curante, il dietista partecipa all’elaborazione del programma terapeutico valutando lo stato nutrizionale del paziente ed elaborando un piano dietetico personalizzato, ponendo al centro del proprio intervento il paziente e le sue esigenze e tenendo conto della complessità della nutrizione, che non ha solamente una funzione biologica, ma assume anche un significato simbolico, sociale ed emotivo. Il presente lavoro esamina le criticità riscontrate dai dietisti dell’UO di Scienza dell’Alimentazione e Dietetica dell’azienda AUSL di Modena nel trattamento nutrizionale di 50 pazienti stranieri, di cui 29 donne e 21 uomini, con età compresa tra i 17 e i 73 anni, con diabete mellito di tipo 1, diabete mellito di tipo 2, diabete gestazionale, malattia renale cronica. Su tale campione sono stati indagati, oltre alla storia dietetica, alcuni aspetti bio-psico-sociali e culturali delle abitudini alimentari, attraverso la rielaborazione italiana del questionario sulle abitudini alimentari realizzato da Goyan Kitler e Katheryn P. Sucher, e la realizzazione di interviste ai pazienti o parenti. Le principali criticità riscontrate riguardano aspetti tecnici (valutazione nutrizionale, elaborazione del piano dietetico, monitoraggio dell’intervento nutrizionale), qualitativi (conoscenza degli alimenti etnici, relativi ingredienti e modalità di preparazione) e quantitativi (mancano adeguati strumenti per la stima dell’intake calorico e dell’apporto di macro- e micronutrienti). Per migliorare tali aspetti critici, sono state raccolte informazioni su alcuni cibi etnici, relativi ingredienti e metodi di preparazione per l’elaborazione di un database, ed è stata effettuata un’integrazione dell’atlante fotografico italiano con i cibi etnici più rappresentativi.

 


VEDI TUTTO, DOWNLOAD

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.