Lenticchie di Castelluccio in purea su crostone


Una porzione media contiene

Kilocalorie 500

Fibra gr 15

CHO gr 83

Proteine gr 23

Lipidi gr 11

 

Note:  È un piatto unico, completo, non conosce stagioni perché può essere servito caldo o freddo e dà un ottimo apporto di fibra. Se pane e legumi forniscono una buona quantità di carboidrati complessi, è anche vero che le proteine del pane, associate a quelle dei legumi, non hanno nulla da invidiare a quelle più ‘nobili’ di origine animale. Notevole è anche il patrimonio di sali minerali e vitamine contenuti nei legumi cresciuti in questa terra umbra, una terra avara perché non dona mai i suoi prodotti in grossa quantità, ma che è generosa nel conferire loro qualità. È una ricetta della tradizione povera ma nutrizionalmente ineccepibile.

Piatti unici e diabete


31 maggio 2018

Ingredienti

  • Lenticchie di Castelluccio 200 gr

  • altri legumi secchi a scelta (ceci, fagioli, piselli) 100 gr

  • 1 carota

  • 1⁄2 cipolla

  • 2 gambi di sedano

  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

  • qualche crostone di pane

  • sale

  • pepe

Preparazione

  • Tenete a mollo i legumi per una notte intera.
  • Metteteli sul fuoco in una pentola con una carota, mezza cipolla, 2 gambi di sedano mondati e tagliati a pezzi e aggiungete circa un litro d’acqua.
  • Lasciate cuocere i legumi a fuoco basso aggiungendo, se occorre, ancora un po’ d’acqua calda, tenendo presente che a cottura ultimata devono averla assorbita quasi tutta.
  • Passate i legumi al setaccio, poi rimettete la purea sul fuoco finché non abbia raggiunto la densità desiderata.
  • Salate, pepate, aggiungete i 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva e servite la purea su fette intere di pane tostato (oppure, in alternativa, accompagnatela con il pane tagliato a cubetti, tostato e dorato in poco burro).