facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Lo yogurt favorisce la prevenzione del diabete

Lo yogurt, alleato nella prevenzione del diabete

Alimentazione e diabete


08 luglio 2014

Lo yogurt favorisce la prevenzione del diabete

Uno studio, condotto presso l’Università di Cambridge e pubblicato recentemente sulla rivista Diabetologia, indica che lo yogurt è un potente alleato per prevenire il diabete. Lo studio ha analizzato i dati provenienti da circa 25.000 persone del Regno Unito, tra i quali sono stati selezionati più di 4.000 partecipanti che sono stati seguiti per undici anni, valutandone lo stato di salute, lo stile di vita e le abitudini alimentari valutate attraverso la compilazione del diario alimentare.
Alla fine di questo periodo, a 753 persone è stato diagnosticato diabete di Tipo 2. I ricercatori, quindi, hanno confrontato la dieta delle persone con diabete con quella di chi invece non aveva manifestato la malattia. Così hanno scoperto che le persone che includevano una maggiore quantità di latticini fermentati nella dieta quotidiana (formaggi o yogurt), avevano il 24 per cento di probabilità in meno di sviluppare il diabete.

Lo studio ha osservato che un consumo di circa 80 grammi di probiotici al giorno era la quantità adeguata per ottenere questi risultati. Tuttavia, la cosa più interessante è che lo yogurt, analizzato separatamente, cioè escludendo l’azione di altri tipi di latticini, determinava una diminuzione ancora maggiore del rischio di sviluppare diabete, il 28 per cento

La spiegazione sta nel contenuto dello yogurt: la vitamina K è stata associata a un minor rischio di insorgenza di diabete Tipo 2 e i batteri probiotici esercitano un’azione antinfiammatoria e antiossidante, riducendo così al minimo le probabilità di sviluppare il diabete. Meglio scegliere uno yogurt naturale che non contenga zuccheri o dolcificanti artificiali.

Fonte: O’ Connor L.M. et al., Diabetologia 2014; 57:909-17


Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?