facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Pastiera napoletana


Una porzione media contiene

Kilocalorie 312

Fibra gr 1

CHO gr 41

Proteine gr 6

Lipidi gr 15

 

Note: È il dolce che caratterizza la mensa pasquale dei napoletani. La sua preparazione è un rito che si tramanda da generazioni e ogni famiglia ha la sua personale ricetta. La tradizione vuole che la pastiera si prepari il Giovedì Santo, anche perché è un dolce che invecchiando migliora e che si può conservare fino a 10 giorni, ma non in frigo perché altrimenti si rovina subito.

Dolci e diabete


28 marzo 2018

Ingredienti

  • Farina 400 gr
  • strutto o burro 200 gr
  • zucchero 370 gr
  • 7 uova
  • grano bagnato 200 gr
  • latte 350 cc
  • buccia d’arancia
  • una noce di burro
  • zucchero a velo 15 gr
  • 1 bustina di vaniglia
  • cannella
  • ricotta 240 gr
  • 1 fialetta di essenza di fior d’arancio
  • cedro candito 20 gr
  • scorzette d’arancio candito 20 gr
  • cocozzata (zucca candita) 20 gr

Preparazione

  • Fate cuocere nel latte il grano, la buccia d’arancio, una noce di burro, lo zucchero, la vaniglia e la cannella, fino a ottenere un composto denso e cremoso.
  • Preparate la pastafrolla ponendo al centro della farina disposta a fontana, lo zucchero, lo strutto e 4 tuorli d’uovo. Lavorate l’impasto fino a quando tutti gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati. Lasciatela riposare in un panno bagnato e strizzato per un’ora circa.
  • Setacciate la ricotta in una terrina grande, aggiungete lo zucchero e, con un cucchiaio di legno, lavoratela per 6-7 minuti; incorporatevi, poi, 3 tuorli d’uovo, il grano, l’essenza di fior d’arancio, i canditi e 2 albumi montati a neve. Lavorate bene il tutto fino a ottenere un composto cremoso.
  • Stendete i 3⁄4 della pastafrolla piuttosto sottilmente in una teglia precedentemente imburrata e spolverizzata con la farina. Versatevi il ripieno e, con il resto della pastafrolla, formate una griglia sulla pastiera.
  • Cuocete a forno dolce per un’ora circa finché risulterà morbida e bionda. Lasciate raffreddare la pastiera e, senza sformarla, spolverizzatela di zucchero a velo.