facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Pit stop in camera da letto col diabete

Sex and the Micro (infusore) potrebbe essere tranquillamente il titolo di una serie televisiva sul diabete e la vita di coppia! Amori agli inizi, amori collaudati, amori in crisi o in preda all’entusiasmo, il diabete si insinua ovunque e quindi anche nella camera da letto, tra le lenzuola, i comodini ed i cassetti.

Pit stop in camera da letto col diabete

I nostri corpi, con sensori, ago cannule e microinfusori, si palesano ai primi incontri e, talvolta, possono metterci in imbarazzo, quando ci spogliamo davanti al nostro amato. Possiamo sentirci “diversi” oppure, come nel mio caso, “di più”, perché più accessoriati.

C’è un braccio, un sensore, oh guarda… una coscia, un cerotto e via dicendo. Il corpo diventa una scoperta nuova, mica come quello di tutte quelle altre persone!

Il tuo ha dettagli particolari, cerotti colorati, piccoli gadget, che vanno trattati con cura ma che possono resistere agli sbatacchiamenti sotto le coperte, senza alcun problema (di questo il partner va informato e tranquillizzato). Non c’è nulla di banale nei nostri incontri intimi o di scontato, ed ogni volta potrebbe esserci qualche sorpresa.

È così che il diabete si palesa nelle nostre vite di coppia, attraverso le caramelle lasciate sul comodino dal nostro amato, o il succo di frutta preventivo con la cannuccia, in caso la notte non si dorma. A volte, la mattina, il letto può essere un campo di battaglia, ma non di una notte di balordi, ma di ipo ripetute o cambi set e insuline di emergenza.

Quei piccoli pit stop che si fanno in camera da letto devono essere facili e veloci, richiedono collaborazione del partner, una leggera dose di pazienza e propensione al divertimento. Se il partner non sa aspettare, non pensate che il problema sia vostro, ma piuttosto che, forse, avete sbagliato persona!

In ogni caso, tranquilli, si può sempre cambiare o proporre alla persona di cui siete infatuati un mini corso di recupero, una specie di cartellino giallo. Ricordatevi sempre, però, che se sbaglia di nuovo, si passa al rosso! E col rosso si va fuori dalla camera da letto (e da tutta la casa) senza se o ma.

Sì, perché condizione base di ogni persona dovrebbe essere l’orgoglio per sé stessi e l’amore per la propria persona. Col diabete succede che devi averne ancora di più e quindi occhio a chi scegliete come compagno, perché di mezzo ci sarà sempre il diabete e chi vi ama lo deve accettare quasi quanto voi. Deve amare il vostro corpo, i vostri tempi e allarmi quanto voi se non di più.

Perché l’ho sempre detto io che il microinfusore è sexy e se trovi un uomo a cui piace il tuo, allora, è fatta!

 

Non potrà mai più farne a meno !

 

Scrivetemi e raccontatemi la vostra storia se vi va.
Ogni mercoledì vi racconterò la mia!

Aiutaci a divulgare queste testimonianze, affinchè possano lasciare un'impronta, una traccia anche un solo piccolo segno a qualcuno là fuori che con voce silenziosa chiede sostegno e non deve sentirsi solo.

RACCONTACI LA TUA STORIA


Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?

Scrivici