Prediabete e dieta ipocalorica: differenze di genere

Uomini e le donne in sovrappeso con prediabete sottoposti per 8 settimane a un severo regime dietetico ipocalorico hanno perso più del 10% del loro peso corporeo iniziale. Ma gli uomini hanno ottenuto migliori risultati e sono dimagriti di più.

Alimentazione e diabete


14 febbraio 2019

Prediabete e dieta ipocalorica: differenze di genere

Risultati di una dieta ipocalorica per prediabete
Persone in sovrappeso con prediabete, sottoposte per 8 settimane a un severo regime dietetico ipocalorico di sostituzione del pasto (800 calorie/giorno), hanno perso più del 10% del loro peso corporeo iniziale. Tuttavia, gli uomini hanno perso un po’ più peso rispetto alle donne; le donne tendevano a perdere peso attorno ai loro fianchi, mentre gli uomini a livello addominale.
Uomini e donne hanno avuto miglioramenti simili nella resistenza all’insulina e il 35% dei partecipanti è tornato a livelli glicemici normali.
Sono i risultati di uno studio internazionale su oltre 2mila persone e pubblicati sulla rivista Diabetes, Obesity and Metabolism.
Lo studio interventistico sullo stile di vita PREVIEW (PREVention of diabetes through lifestyle Intervention and population studies in Europe and around the World) è il più grande trial multinazionale per valutare la prevenzione del diabete di Tipo 2 in individui sovrappeso con prediabete.

Lo studio e la dieta
Tra il 2013 e il 2015 sono stati arruolati 2.224 adulti in 8 siti in Europa, Australia e Nuova Zelanda, con un’età media di 52 anni, un peso medio di 100 kg, un indice di massa corporea (BMI) medio di 35 kg/m2 e prediabete (basato su livelli plasmatici di glucosio o un test orale di tolleranza al glucosio).
La maggior parte erano bianchi (88%) e circa due terzi erano donne. Lo studio prevedeva una prima fase di restrizione calorica di 8 settimane in cui i partecipanti dovevano perdere almeno l’8% del loro peso, e una seconda fase di 148 settimane legata allo stile di vita focalizzata sulla dieta, sull’attività fisica e sulla modifica del comportamento per il mantenimento della perdita di peso.
Il regime dietetico forniva 810 calorie al giorno e una distribuzione definita dei nutrienti fondamentali: 44% di proteine, 41% di carboidrati e il 15% di grassi. I partecipanti hanno avuto incontri di gruppo con un dietologo o un consulente alle settimane 2, 4, 6 e 8.

Risultati migliori sugli uomini
Al termine delle prime otto settimane gli uomini hanno perso il 16% in più di peso rispetto alle donne (11,8% vs 10,3%, rispettivamente), inoltre gli uomini hanno presentato una maggiore riduzione della sindrome metabolica sebbene i miglioramenti nell’insulino- resistenza erano analoghi per entrambi i sessi. Tali risultati sono clinicamente importanti, e suggeriscono una diversa risposta alla perdita di peso tra gli uomini e le donne e sono fruibili ai fini dell’effetto sulla salute cardiovascolare.

Fonte: P Christensen et al. Diabetes Obes Metab. 2018;1-12.

Dizionario del diabete. Per saperne di più.

Insulinoresistenza     Prediabete     Sovrappeso    


Argomenti correlati