facebook


 	    

 	 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		

Problemi di memoria se non si controlla il diabete

Quattro test di memoria su un campione di circa 4.500 persone dimostrano che la memoria “episodica” degli anziani è minacciata dal diabete poco controllato. I risultati sono stati pubblicati sul “Journal of Epidemiology and Community Health”.

Ogni Giorno e diabete


05 settembre 2016

Problemi di memoria se non si controlla il diabete

Secondo uno studio statunitense, gli anziani con diabete poco controllato possono avere problemi con la “memoria episodica”, la capacità cioè di ricordare eventi sperimentati di recente o molto tempo prima.
I ricercatori hanno esaminato i risultati di quattro test di memoria compiuti tra il 2006 e il 2012 su 950 anziani con diabete e 3.469 senza diabete.

I partecipanti con diabete e glicemia elevata hanno ottenuto risultati peggiori nel primo dei test all’inizio dello studio e hanno anche sperimentato un declino maggiore nella funzione mnemonica entro la fine della ricerca.

Secondo Colleen Pappas, ricercatrice sull’invecchiamento alla University of South Florida di Tampa, che ha coordinato lo studio: «La combinazione di diabete e glicemia alta aumenterebbe le probabilità di un certo numero di problemi di salute.
Il nostro studio porta l’attenzione sulla possibilità che il peggioramento della memoria possa essere uno di questi. È possibile che un livello elevato di zuccheri nel sangue danneggi i neuroni che trasmettono messaggi nell’ippocampo, una parte del cervello coinvolta nella memoria».

All’inizio dello studio, quando i partecipanti avevano una media di 73 anni, tutti sono stati sottoposti ad esami del sangue per misurare i livelli medi di zucchero. Le persone senza diabete avevano livelli medi di emoglobina glicata del 5,6, un valore che viene considerato nel range della normalità.
Le persone con diabete avevano invece livelli medi di emoglobina glicata di 6,7, che li poneva a maggior rischio di complicanze.
I ricercatori hanno sottoposto i partecipanti a test di memoria utilizzando parole immediate e ritardate di richiamo per valutare i cambiamenti nella funzione del cervello nel corso del tempo.
I livelli di emoglobina glicata più alti sono stati associati a punteggi più bassi su questo primo test della memoria e a un declino più rapido nei punteggi nel corso del tempo, secondo il report pubblicato sul Journal of Epidemiology and Community Health.

Fonte: C Pappa et al. Journal of Epidemiology and Community Health. Published online July 20, 2016.

Dizionario del diabete. Per saperne di più.


Argomenti correlati