Quali sono gli obiettivi educazionali del SMBG?


Non è sufficiente istruire la persone con diabete su come utilizzare l’automonitoraggio glicemico, ma è indispensabile un percorso educazionale che renda il diabetico in grado di:

  • interpretare i risultati e intraprendere una decisione,
  • percepire i collegamenti tra specifici comportamenti (dieta, esercizio fisico) e i risultati della misurazione glicemica,

–    mettere in atto autonomamente comportamenti correttivi, farmacologici e non, in risposta ai risultati delle misurazioni glicemiche[Livello I, Claret al (2010)],

–     identificare piccoli obiettivi raggiungibili,

–     imparare a gestire gli errori,

–     capire perché sta male,

–     rendersi conto di come procede il controllo,

–     patteggiare con il medico tra i suoi bisogni e quelli della cura, sperimentare soluzioni alternative,

–     potenziare l’empowerment del paziente come un processo di crescita individuale, che lo faccia sentire libero di agire.

–     acquisire la consapevolezza di essere in grado di governare, seppur guidato, il suo controllo glicemico



Infermiere e diabete


17 dicembre 2018

Laura Giarratana, infermiere

Ultime risposte Infermiere

DOMANDE FREQUENTI

Perché si formano le lipodistrofie?

Le Lipodistrofie si formano a causa di diversi fattori di rischio indipendenti come la durata di utilizzo dell’insulina, la mancata rotazione dei siti di iniezione, il riutilizzo dello stesso ago per più iniezioni associato ad un ago troppo lungo...

Laura Giarratana, infermiere

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.