Ridurre gli inquinanti riduce i casi di diabete

Una diminuzione dell’inquinamento ambientale potrebbe far diminuire notevolmente i casi di diabete in Europa. Tra gli inquinanti studiati come possibile causa di sviluppo del diabete vi sono le EDCS, sostanze chimiche distruttrici del sistema endocrino.

Ogni Giorno e diabete


31 gennaio 2017

Ridurre gli inquinanti riduce i casi di diabete

Secondo un gruppo di ricercatori, coordinati da Leonardo Trasande della New York University School of Medicine, ridurre del 25% gli inquinanti ambientali da prodotti chimici, presenti in molti oggetti di uso comune, potrebbe ridurre i casi di diabete di Tipo 2 di oltre 150.000 l’anno in Europa e di conseguenza determinare un risparmio di 4,5 miliardi di euro ogni anno.
I risultati dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Epidemiology & Community Health. I ricercatori hanno iniziato lo studio sottoponendo un campione di anziani in Svezia (età 70-75 anni) a un prelievo di sangue per misurare la presenza di sostanze chimiche nocive molto diffuse in prodotti di uso comune. I ricercatori si sono occupati di sostanze come ftalati (plastiche), pesticidi contenenti sostanze perfluoro-alchiliche, presenti ovunque, dai tappeti ai prodotti per pulire alla carta forno e agli stampini di carta per tortine.
Questi dati sono stati incrociati con le diagnosi di diabete nel campione; a partire da questi risultati sono state estrapolate le stime su tutta la popolazione europea. Sono ormai tanti gli studi che hanno evidenziato un nesso tra inquinanti ambientali e problemi metabolici ed endocrini, ma è la prima volta che si tenta di quantificare l’impatto di questi inquinanti su salute e spese sanitarie.


Fonte: L Trasande et al. Journal of Epidemiology & Community Health. Published online October 27, 2016.

Dizionario del diabete. Per saperne di più.

Diabete di tipo 2     Diagnosi    


Argomenti correlati