Roche: l’efficienza nel DNA

SUPPLY CHAIN: la funzione che non si ferma mai.
Roche Diabetes da sempre è sinonimo di qualità e alta professionalità, non solo per quanto riguarda i prodotti e i servizi che offre ma anche per il livello di organizzazione. Un’organizzazione volta a mette-re i propri interlocutori – pazienti, medici, centri di diabetologia, istituzioni – al centro delle proprie attività, come avviene per la funzione di Supply Chain. Quali sono i compiti e gli obiettivi di questa funzione aziendale?

Ogni giorno e diabete


14 marzo 2019


Scarica magazine n° 51

Roche: l’efficienza nel DNA

Ne abbiamo parlato con Cristina Piccardi, responsabile di Supply Chain di Roche Diabetes: “La Supply Chain non è altro che la gestione di tutta la catena di distribuzione di un’azienda. Ovvero, nel nostro caso, ci occupiamo di garantire la disponibilità dei prodotti Roche in tempi brevi su tutto il territorio nazionale gestendoli da quando partono dal nostro magazzino fino alla destinazione finale, che può essere un’Asl, una farmacia o la casa di un paziente”.


Per garantire un presidio efficiente di tutte le aree che servono ad alimentare l’intera catena distributiva aziendale, ci sono numerose attività da svolgere. Queste attività sono distribuite all’interno di un gruppo di 9 persone.


Alcune si occupano di “supply chain classica”, quindi di approvvigionamento e pianificazione degli acquisti che può arrivare fino ai 2 anni successivi, al fine di assicurare la continua disponibilità dei prodotti in base alle esigenze e richieste. Altre, invece, seguono la parte di logistica pura, ovvero della gestione delle movimentazioni di magazzino, che consiste nel controllare che la merce non sia danneggiata e che ne arrivino le giuste quantità.


modus Giuseppe Malanga
Finance & Business Operation Director

Grande impegno per grandi risultati
Roche Diabetes ha nel suo DNA la continua ricerca di efficienza e miglioramento dei processi, così come una grande professionalità e un approccio votato all’innovazione. In concreto, questo si traduce nelle migliori soluzioni per clienti e pazienti, non solo in termini di prodotto ma anche, e soprattutto, di servizio offerto. Uno degli obiettivi principali della Direzione Finance e Operations è garantire un servizio di altissima qualità attraverso consegne puntuali e precise dei nostri dispositivi, un’assistenza telefonica professionale in grado di risolvere le principali problematiche e il monitoraggio continuo delle spedizioni per assicurare l’integrità delle merci. Questi risultati vengono quotidianamente raggiunti grazie a team dedicati che si affiancano ai collaboratori sul territorio. Guidare questa struttura è per me motivo di grande orgoglio, che mi spinge ad affrontare e superare le numerose sfide che quotidianamente incontriamo, sempre nell’interesse dei nostri clienti e, soprattutto, di tutte quelle persone che ogni giorno sono co strette a convivere con il diabete


L’attenzione al cliente parte anche da un magazzino ben organizzato e tenuto a regola d’arte: esso deve infatti rispettare altissimi standard qualitativi e organizzativi. “Roche Diabetes stessa si è imposta tali standard per garantire la massima sicurezza e il massimo livello di servizio” continua Piccardi “tanto da guadagnarsi, nel 2017, insieme a Kuehne Nagel, un prestigioso riconoscimento per la soluzione innovativa dei COBOT (Collaborative Robot, un sistema robotizzato “collaborativo” a sup­porto del macchinario per l’etichettatura).” Questo premio è rivolto ad aziende, manager e accademici che hanno contribuito significativamente a migliorare la logistica italiana delle merci, intervenendo con soluzioni innovative in vari segmenti.


La policy di Roche Diabetes prevede regole severissime per la gestione delle scadenze di strumenti e materiali presenti a magazzino: inizia, infatti, a monitorare i prodotti già 6 mesi prima della data si scadenza. Questo al fine di garantire un servizio ottimale al cliente finale.


Un altro gruppo di lavoro che fa sempre parte della Supply Chain è il Customer Order Management. “Si tratta di un gruppo di persone che, attraverso un servizio telefonico, offre supporto ai clienti risolvendo nel minor tempo possibile problemi di tipo amministrativo o di approvvigionamento di materiale” conclude Piccardi.

L’obiettivo finale è quello di dare la possibilità a tutte le persone con diabete di avere sempre accesso ai dispositivi, siano essi in ospedale, in farmacia o a casa propria. La funzione Supply Chain non si ferma mai, se lo facesse non po­trebbe essere garantita la disponibilità del prodotto, poiché da loro dipende la distribuzione e la presenza dei prodotti su tutto il territorio nazionale.


modus


					                
				
					
				
				
					
				
				
					
					
					
					
					
					
					
					                
					                
				
				

ARCHIVIO DEI NUMERI PRECEDENTI

Vai all'archivio della rivista Modus e leggi tutti i numeri della rivista in pdf.

VEDI ARCHIVIO