Tipi di diabete

I tre principali tipi di diabete
Tutti i tipi di diabete hanno un punto in comune, la presenza di iperglicemia. Il più frequente è il Diabete di Tipo 2, ma non sono da trascurare il Diabete di Tipo 1 e il Diabete Gestazionale, esistono inoltre altre forme di diabete meno frequenti.

Tipi di diabete

Diabete di Tipo 1

Il pancreas non produce insulina. Generalmente insorge in età giovanile (<25 anni ca) ed è una malattia autoimmune, quindi il nostro sistema immunitario distrugge le cellule adibite alla produzione d’insulina (cellule ß del pancreas). E’ una condizione irreversibile per cui la persona affetta da Diabete di Tipo 1 dovrà assumere l’insulina necessaria dall’esterno.

Diabete di Tipo 2

Il pancreas non produce una quantità sufficiente di insulina, oppure l’insulina prodotta non agisce in modo corretto, il nostro organismo non è in grado di utilizzarla (insulino-resistenza). In genere si manifesta dopo i 30-40 anni, soprattutto in presenza di alcuni fattori di rischio tra cui: il sovrappeso e la carenza di esercizio fisico primi fra tutti, a cui seguono l’ereditarietà e l’appartenenza ad una specifica razza.

Diabete Gestazionale

E' una condizione temporanea, che si verifica generalmente durante la seconda metà della gravidanza, quando l’insulina della donna è meno efficace. Tende a risolversi subito dopo il parto, anche se le donne affette da diabete gestazionale sviluppano una più alta probabilità di diventare diabetiche negli anni successivi al parto, in particolare in presenza dei fattori di rischio.

Altre forme di diabete:

LADA

Alcune diagnosi di diabete inizialmente definite come diabete Tipo 2 sono in realtà forme di diabete autoimmune a lenta evoluzione verso l’insulino-dipendenza, definito diabete LADA (acronimo dall’inglese: Latent Autoimmune Diabetes in Adults).

Secondo alcuni studi sembra che il LADA rappresenti in realtà il diabete Tipo 1 dell’adulto (denominato da alcuni diabete Tipo 1.5 a sottolinearne la posizione intermedia).

MODY

Il termine MODY è l’acronimo dall’inglese di Maturity Onset Diabetes of the Young e definisce una forma rara di diabete (1-2% dei diabetici), non autoimmune, caratterizzata da una iperglicemia familiare con un’eredità autosomica dominante (carattere geneticamente trasmissibile, in pratica la patologia si trasmette facilmente da una generazione all’altra, senza preferenza di trasmissione da padre a madre, senza distinzioni di sesso nella prole).

I Sintomi del diabete

In genere, l’insorgenza del diabete di Tipo 1 è veloce, i sintomi possono essere intensi ed avere conseguenze gravi. I primi sintomi del diabete di Tipo 2 sono di norma di lieve entità (o addirittura non compaiono) e  si manifestano con il passare del tempo.

I sintomi più comuni che caratterizzano la patologia diabetica sono:

  • Minzione frequente
  • Sete eccessiva
  • Aumento della fame
  • Perdita di peso
  • Stanchezza
  • Mancanza d’interesse e di concentrazione (svogliatezza)
  • Sensazione di formicolio o d’intorpidimento alle mani o ai piedi
  • Offuscamento visivo
  • Infezioni frequenti
  • Lenta guarigione delle ferite
  • Vomito e mal di stomaco, spesso confusi con un’influenza.
SEI D'ACCORDO?

Il tuo diabete diventa mai motivo di discussione con i tuoi genitori?

Sì: 41% - No: 59%

Iscriviti alla newsletter

Lascia la tua email per rimanere sempre informato sul Diabete.