Tornare alla normalità

Maurizio: una vita senza rinunce grazie alle nuove tecnologie

Ogni giorno e diabete



Scarica magazine n° 50

Tornare alla normalità

Maurizio ha 47 anni e vive ad Andria. Ogni mattina si sveglia prima dell’alba per andare a lavorare al mercato ortofrutticolo di cui è direttore: “È un bellissimo lavoro” dice “lo faccio veramente con passione”. Pratica molti sport, ama andare in moto e in mountain bike, correre e camminare nel parco dell’Alta Murgia, ai piedi di Castel del Monte.


Maurizio, padre e sportivo

La mia glicata si sta abbassando, non era mai accaduto in 24 anni


Quando Maurizio ha scoperto di avere il diabete, quasi 25 anni fa, frequentava l’università e aveva da poco lasciato il karate per dedicarsi agli studi. In quel periodo ha conosciuto il medico con il quale ha condiviso tutta la progressione della malattia: “Mi segue da sempre, lui era ancora studente e si stava specializzando. Io non ero ancora laureato. Con lui ho fatto un percorso eccezionale, e prosegue ancora perché continua a migliorare la mia vita”.
Uno degli ultimi passi che Maurizio ha percorso insieme al suo medico è stato quello di “sperimentare” una nuova tecnologia.


Sono sempre stato alla ricerca di strumenti che mi permettessero di trovare un equilibrio tra la malattia e la mia qualità di vita. E quando il mio medico mi ha proposto di impiantare un sensore sottocutaneo per poter monitorare la glicemia in modo continuativo e vederne i dati attraverso il mio smartphone, con la promessa che avrei gestito il diabete in modo migliore, ho accettato. Che dire… aveva ragione, la mia vita è cambiata completamente!”


La storia del diabete di Maurizio negli anni è cambiata sensibilmente, è stato sottoposto a due trapianti di isole di Langerhans (agglomerato di cellule pancreatiche con diverse funzioni, tra cui la produzione di insulina) che non sono andati a buon fine, e ha sperimentato l’evoluzione degli ausili tecnologici disponibili.
Il sensore che da sei mesi gli è stato inserito sottocute ha stravolto la sua quotidianità.


 “L’esperienza con il sensore è eccezionale, per me non è più possibile farne a meno” racconta Maurizio.


La gestione del diabete è cambiata da diversi punti di vista: prima viveva con la preoccupazione di dover controllare più volte al giorno la glicemia, ora durante la giornata è in grado di visualizzare l’andamento glicemico attraverso il display del cellulare. E nel caso non avesse la possibilità di farlo, il trasmettitore applicato al suo braccio suona ed emette una vibrazione che lo avvisa immediatamente quando qualcosa non va. Cosa molto utile, soprattutto, nel caso di Maurizio, mentre fa sport: “Quando faccio mountain bike mi basta avere il mio cellulare sulla bici, mi dà la possibilità di tenere tutto sotto controllo come fosse un “contachilometri”, quindi non vado oltre i limiti di velocità della mia curva glicemica.


"Tranquillità di vita vuol dire essere normali. Praticare sport in maniera serena e libera sapendo che il valore glicemico è immediatamente verificabile.”


Il fatto di poter utilizzare il telefono per controllare la glicemia facilita tutte le attività quotidiane, dal lavoro allo sport, e lo solleva dal pensiero di essere diabetico. La vita di Maurizio è tornata alla normalità, cosa che per lui significa avere la possibilità di fare ciò che vuole quando vuole, come pranzare o cenare a orari diversi da quelli stabiliti, andare al cinema o buttarsi con il paracadute. “Dal punto di vista clinico, i risultati sono eccellenti, la mia glicata si sta abbassando sempre di più e sta raggiungendo valori normali: non era mai accaduto prima in 24 anni.”



La tecnologia gli ha dato la possibilità di migliorare la qualità della vita anche nel rapporto con la sua famiglia: “Per mio figlio, Francesco, sono diventato l’uomo bionico, e questa cosa mi fa ridere tantissimo”.
Se vuoi vedere la videointervista di Maurizio vai su www.modusonline.it/it/storie-di-vita-e-diabete


					                
				
					
				
				
					
				
				
					
					
					
					
					
					
					
					                
					                
				
				

ARCHIVIO DEI NUMERI PRECEDENTI

Vai all'archivio della rivista Modus e leggi tutti i numeri della rivista in pdf.

VEDI ARCHIVIO

Scrivici / Richiedi informazioni