facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		
				

				
				

Attività fisica e diabete

Interruzione della seduta prolungata nel diabete di Tipo 2: persistenza notturna di un miglior controllo glicemico

Dempsey , Blankenship, Larsen, Sacre, Sethi, Straznicky, Cohen, Cerin, Lambert , Owen, Kingwell, Dunstan

Diabetologia. 2017 Mar;60(3):499-507. doi: 10.1007/s00125-016-4169-z. Epub 2016 Dec 9.

17 dicembre 2018

Interrupting prolonged sitting in Type 2 diabetes: nocturnal persistence of improved glycaemic control

Interruzione della seduta prolungata nel diabete di Tipo 2: persistenza notturna di un miglior contr

Obiettivi: In questo studio è stato esaminato l’effetto sull'omeostasi glicidica a 22 ore (compresa l'iperglicemia notturna-notturna) negli adulti con diabete di tipo 2 associato all’ interruzione di 7 ore di seduta prolungata con brevi periodi di attività a piedi o di resistenza.

Metodi: Questo studio è un'estensione di uno studio crossover randomizzato pubblicato in precedenza, che comprendeva 24 adulti in sovrappeso / obesi inattivi con diabete di tipo 2 (14 uomini, 62 ± 6 anni) che hanno completato tre condizioni di laboratorio ognuna di 7 ore, separate da periodi di washout di 6-14 giorni : SIT: (1) seduta prolungata (controllo); (2) camminata a intensità leggera (LW): seduta più 3 minuti di camminata ad intensità leggera di a 3,2 km / /h ogni 30 minuti; (3) attività di resistenza semplice (SRA): seduta più 3 minuti di attività di resistenza (alternando mezzi squat, calf raises, brevi contrazioni glutei e knee raises) ogni 30 minuti. Nel presente studio, il monitoraggio in continuo del glucosio è stato eseguito per 22 ore, includendo la prova di laboratorio di 7 ore, il periodo di vita libera serale dopo aver lasciato il laboratorio e i periodi di sonno. I pasti e gli orari dei pasti sono stati standardizzati nelle varie condizioni per tutti i partecipanti.

Risultati: Rispetto al SIT, sia LW che SRA riducevano il glucosio a 22 h [SIT: 11,6 ± 0,3 mmol / l, LW: 8,9 ± 0,3 mmol / l, SRA: 8,7 ± 0,3 mmol / l; p <0,001] e le concentrazioni glicemiche medie nel periodo notturno [SIT: 10,6 ± 0,4 mmol / l, LW: 8,1 ± 0,4 mmol/ l, SRA: 8,3 ± 0,4 mmol / l; p <0.001]. Inoltre, le concentrazioni glicemiche medie durante il periodo notturno avevano livelli più bassi fino alla mattina successiva all'intervento sia per LW che per SRA (glicemia da sveglio sia -2,7 ± 0,4 mmol / l rispetto a SIT; p <0,001).

Conclusioni: L'interruzione di 7 ore di seduta prolungata con LW o SRA ha ridotto l'iperglicemia a 22 ore. I miglioramenti glicemici persistevano dopo queste condizioni di laboratorio e di notte, fino al risveglio del mattino successivo. Questi risultati possono avere implicazioni per gli adulti con diabete di tipo 2 relativamente ben controllate che sono vincolati a lavori molti sedentari.


RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.
RICHIEDI ARTICOLO COMPLETO
Per inviare la richiesta devi effettuare il login con il tuo account.

Ricerca per argomenti

Diabete e attività fisica

ARCHIVIO ARTICOLI SCIENTIFICI

Vai all’archivio degli articoli scientifici pubblicati.

VEDI ARCHIVIO

Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.