facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		
				

				
				

Alimentazione e diabete

Mortalità da diverse cause associate a carne, ferro eme, nitrati e nitriti nello studio di dieta e salute NIH-AARP: studio di coorte basato sulla popolazione

Autore: Etemadi A, Sinha R, Ward MH, Graubard BI, Inoue-Choi M, Dawsey SM, Abnet CC.

Rivista: BMJ. 2017 May 9;357:j1957. doi: 10.1136/bmj.j1957

Mortality from different causes associated with meat, heme iron, nitrates, and nitrites in the NIH-AARP Diet and Health Study: population based cohort study

Mortalità da diverse cause associate a carne, ferro eme, nitrati e nitriti nello studio di dieta e s

Obiettivo:

Determinare l'associazione tra diversi tipi di assunzione di carne e composti associati alla carne e la mortalità globale e causa specifica. Con l’obiettivo primario: misurare la mortalità da qualsiasi causa durante il follow-up.


Metodi:
Studio di coorte basato sulla popolazione. Dati dietetici al basale dello studio NIH-AARP Diet and Health (studio coorte prospettico della popolazione generale da sei stati e due aree metropolitane negli Stati Uniti) e dati di follow-up a 16 anni fino al 31 dicembre 2011.

Partecipanti 536 969 membri AARP di età compresa tra 50 e 71 anni al basale. Assunzione totale di carni rosse lavorate e non trasformate (carne di manzo, agnello e carne di maiale) e carne bianca (pollame e pesce), ferro eme e nitrato / nitrito proveniente da carne lavorata sulla base di un questionario dietetico.

I modelli di Cox sono stati utilizzati con quinto il più basso di apporto calorico corretto come categoria di riferimento.

Risultati:

Un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause (hazard ratio per il più alto rispetto al quinto più basso 1,26, Intervallo di confidenza del 95% da 1,23 a 1,29) nonché morte dovuta a nove diverse cause associate all'assunzione di carne rossa.  Sia il consumo di carni rosse lavorate che non lavorate, nonché il ferro eme e il nitrato / nitrito delle carni trattate sono stati associati a morte per tutte le cause oltre a causare esse stesse una mortalità specifica.

I modelli di mediazione hanno stimato che l'aumento della mortalità associata alla carne rossa processata era influenzato dall'assunzione di nitrati (37,0-72,0%) e in misura minore dal ferro eme (20,9-24,1%). Quando il consumo totale di carne era costante, il più alto quinto di assunzione di carni bianche era associato a una riduzione del 25% del rischio di mortalità per tutte le cause rispetto al livello di assunzione più basso. Quasi tutte le cause di morte hanno mostrato un'associazione inversa con l'assunzione di carne bianca.

Conclusioni:

I risultati mostrano un aumento del rischio di mortalità e morte per causa di nove diverse cause associate sia la consumo di carni rosse lavorate che di carni rosse non processate, legato in parte al ferro eme e al nitrato / nitrito dalla carne lavorata. È stata inoltre dimostrata una riduzione dei rischi legati alla sostituzione della carne bianca, in particolare della carne bianca non trasformata.

Fonti: BMJ. 2017 May 9;357:j1957. doi: 10.1136/bmj.j1957


Medical information, un nuovo servizio per te: chiedici ciò di cui hai bisogno


Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.

Modusonline Pazienti