facebook


 	    
 	    
 	        
 	    
 	    
 	    
 	    









	
		
				

				
				

GIDM e diabete

Quando l’ipercheratosi può riservare brutte sorprese: caso clinico

Autore: M. Gicchino Università degli studi della Campania “L. Vanvitelli”, Napoli

Quando l’ipercheratosi può riservare brutte sorprese: caso clinico

Le ipercheratosi consistono in callosità che si possono sviluppare a carico dei piedi di qualsiasi individuo con l’utilizzo di calzature non adeguate. Tale condizione può risultare molto fastidiosa per i soggetti non diabetici, ma può rappresentare un vero e proprio pericolo per i pazienti diabetici, in quanto spesso viene sottovalutata con possibili conseguenze anche serie. Tale condizione, in realtà è un tentativo di difesa da parte della cute al fine di creare una protezione su quelle zone sottoposte a elevati carichi pressori, al fine di evitare che il tessuto cutaneo vada incontro a lesioni.


Tale meccanismo tuttavia non è risolutivo, e se non si va a rimuovere la causa che ha determinato l’insorgenza dell’ipercheratosi, in soggetti diabetici e in determinate condizioni, si può arrivare alla vera e propria formazione di un’ulcerazione.


Infatti l’ipercheratosi a livello dei piedi determina un intenso dolore, particolarmente durante la deambulazione, proprio per il continuo sfregamento della zona del piede interessata con la scarpa, oppure a causa di un errato appoggio della pianta del piede. In soggetti con diabete, e in particolare con neuropatia diabetica periferica, complicanza cronica caratterizzata da una progressiva riduzione della sensibilità a livello di piedi e gambe, l’ipercheratosi può risultare molto pericolosa, infatti se trascurata può degenerare in una vera ulcerazione.


VEDI TUTTO, DOWNLOAD
accu-chek

Hai trovato quello che cercavi?

Se No, vuoi lasciarci un tuo commento?


Scopri la sezione per i pazienti.

Stile di vita, salute, prevenzione e medicina. Per persone con diabete e non solo.

Modusonline Pazienti