Una porzione media contiene

Kilocalorie 521
Fibra gr 16
CHO gr 79
Proteine gr 24
Lipidi gr 14

Note:
È un piatto che si prepara nella stagione fredda, perché la verza, che ne costituisce l’ingrediente principale, è una verdura autunno-invernale. Della famiglia delle brassicacee era così presente nella dieta del popolo da convincere Catone ad attribuirle il merito della proverbiale salute di ferro dei Romani. Fra le sue caratteristiche vi è indubbiamente la presenza della vitamina C, un vero e proprio rimedio contro le tipiche malattie di stagione e il contenuto di zolfo che svolge una funzione disinfettante e tonificante. È un ottimo alimento per le diete ipocaloriche, perché il suo contenuto di grassi è praticamente inesistente, pur dando la sensazione di sazietà. Così preparata, questa zuppa è un ottimo piatto unico con un alto contenuto di fibre.

Ingredienti:

  • cavolo tagliato a strisce sottili 500 gr
  • 1 cipolla media
  • 1 carota
  • 2 gambi di sedano
  • 4 patate (600 gr circa) tagliate a dadini
  • fagioli (secchi) lessati 200 gr
  • 12 fettine di pane
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • grana padano grattugiato 20 gr
  • sale
  • pepe

Preparazione

  1. Fate lessare per 2 ore circa i fagioli (tenuti precedentemente a bagno per 12 ore); a cottura ultimata passatene circa la metà al setaccio.
  2. Dopo aver tenuto il cavolo in acqua fredda per una decina di minuti, mettetelo in una pentola in cui si sarà fatto soffriggere, in poco olio, un battuto preparato con cipolla, carota e sedano tritati.
  3. Unite quindi le patate, mescolando ogni tanto e cuocendo per circa 20 minuti.
  4. Aggiungete il tutto al cavolo con una giusta quantità di acqua tiepida. Infine salate, spolverate con il grana e servite con crostini ricavati dalle fette di pane fatto abbrustolire in forno.

Dizionario del diabete

Lo strumento che ti guida ad individuare e conoscere i termini della patologia, per migliorare la gestione del diabete.

Scopri di più

Associazioni italiane

Associazioni nazionali, regionali e non territoriali di persone con il diabete. Scopri le realtà più vicine a te!

Scopri di più

Articoli correlati