Oggi nessun diabetologo presenta alla persona sovrappeso e con diabete una ‘dieta’ intesa come una lista di alimenti proibiti o un foglietto prestampato con gli alimenti da mangiare nel corso della giornata, con l’eccezione forse delle persone gravemente obese. La tendenza è concedere libertà, ma si chiede responsabilità. Le ‘diete’ infatti non funzionano. O meglio funzionano per qualche tempo, ma, nella maggior parte dei casi, quando la ‘dieta’ viene interrotta si riprende peso. La ‘dieta’ per la persona con diabete non esiste o meglio coincide con quella che ogni persona dovrebbe seguire, un regime alimentare bilanciato: evitare di mangiare fuori pasto, evitare le bevande zuccherate e i cibi troppo grassi. Per il resto inserire una porzione di frutta o verdura e una porzione, ma solo una, di carboidrati per ogni pasto (pasta o pane o una fettina di torta), evitare il più possibile salumi e formaggi e alternare come secondo piatto le carni rosse a quelle bianche, al pesce, ai legumi, alle uova. Le porzioni andrebbero ridotte gradatamente, il sale e l’olio usati con parsimonia. Quanto ai metodi di cottura meglio cuocere al vapore o con il microonde, che friggere o usare olio (mai burro e margarina).

Termini correlati

Ricerca dizionario