Stato di incoscienza, preceduto da confusione e sonnolenza, associato ad una marcata perdita di liquidi e ad aumento della glicemia a valori estremi (800-1.000 mg/dl); è causato dalla mancanza di insulina, ma è caratterizzato dalla assenza di chetoacidosi. Più che da un cattivo controllo del glucosio nel sangue, il coma iperosmolare deriva da una profonda disidratazione in soggetti, in genere anziani, affetti da diabete di tipo 2. Può essere provocato dalla somministrazione di cortisonici (che aumentano la glicemia) o di diuretici che auemntano la peridta di liquidi e la disidratazione in un pazinete con un diabete magari già scompensato.

Ricerca dizionario